Elezioni 2017 a Monza: consulte con più poteri e domeniche a piedi, le idee di Piffer
L’incontro organizzato da CivicaMente con Marco Cappato (Foto by Fabrizio Radaelli)

Elezioni 2017 a Monza: consulte con più poteri e domeniche a piedi, le idee di Piffer

CivicaMente con il candidato sindaco a Monza Paolo Piffer presentano il programma: tra i punti sei domeniche a piedi all’anno e consulte che dispongono di un bilancio proprio.

Non vedeva l’ora. Il candidato sindaco Paolo Piffer ha deciso di anticipare in esclusiva al Cittadino il programma elettorale con cui si presenterà alle amministrative dell’11 giugno. Un programma, quello della lista “Civicamente con Piffer sindaco”, che è il frutto di «un lavoro faticoso - ha spiegato - che abbiamo concluso ieri e che abbiamo iniziato non un mese ma cinque anni fa. Una sintesi di tutte le nostre proposte mai accolte da questa amministrazione e di tutte le vostre indicazioni ricevute in queste settimane. Un documento corale declinato in sei priorità e dodici temi, facile da leggere e comprendere».

Si inizia dalla capitolo dedicato alla “Buona amministrazione”, anticipato anche durante l’incontro che si svolto domenica pomeriggio all’Urban Center alla presenza del radicale Marco Cappato: tra i “desiderata” l’arrivare a riconoscere il gettone presenza ai soli consiglieri comunali presenti effettivamente in aula per almeno due terzi della seduta, il prevedere la possibilità di voto per le consulte di quartiere e il ripristino delle commissioni comunali. Nel capitolo dedicato a “Mobilità e viabilità” la volontà di bloccare il traffico per almeno sei giornate festive all’anno e di riformulare le tariffe orarie dei parcheggi di competenza di Monza Mobilità.

LEGGI i primi passi della campagna di Piffer

Nel “Sociale” ripropone l’istituzione delle stanze salvavita, con la collaborazione dell’Asl e di altre realtà del territorio, “al fine di contenere il fenomeno dell’abuso di sostanze stupefacenti e conseguente abbandono di materiale potenzialmente infetto sul territorio”, e suggerisce “l’identificazione di un’area comunale per l’installazione di strutture prefabbricate dove ospitare i richiedenti asilo al fine di contenere il fenomeno del sovraffollamento in strutture private, come è successo nei mesi scorsi in via Asiago e in via Manzoni”.

Il logo di CivicaMente

Il logo di CivicaMente

Nell’ambito delle iniziative dedicate allo “Sviluppo del territorio” la volontà di promuovere le attività locali che si dedicano alla realizzazione di prodotti tipici, favorendone accordi con la grande distribuzione locale. Forte l’attenzione che intende dedicare agli animali, dalla realizzazione del cimitero dedicato agli amici a quattro zampe a un incremento del numero delle aree cani a disposizione dei cittadini. Più generiche le volontà sulla tutela e sulla valorizzazione del parco e della villa reale. Il programma elettorale, in dettaglio, tema per tema (Buona amministrazione, Sicurezza, Raccolta e gestione dei rifiuti, Digitale, Mobilità e viabilità, Sociale, Sviluppo del territorio, Ambiente e animali, Urbanistica, Scuola e università, Sport e, infine, Parco, Villa Reale e Autodromo) sarà pubblicato a breve sul sito e sulle pagine social della lista civica.

I candidati consiglieri: Alberto Casati, Attilio Tagliabue, Barbara Zizza, Beatrice Castellani, Carmen Falcone, Chiara Ratti, Chiara Maria Raffaella Larcher, Daniele Procopio, Dario Lessa, Davide Lucianò, Federica Motta, Federica Sallusto, Federico Francesco Fratta, Gnhymah Monique Yebout, Grazia Pozzi, Guyla Maria Irma Stefanelli, Maria Grazia Vaticano, Mariangela Musio, Massimo Nichetti, Massimo Ratti, Mirko Damasco, Natascia Lorusso, Nicolò Cafagna, Paola Trapasso, Paolo Guarnaschelli, Pier Clemente Mantegazza, Roberta Crespi, Rosaria Tiziana Fraterrigo, Sabrina Rosa Biacchi, Sara Ceitanya Ronchi, Valentina Ponzo, Vincenzo Nappa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA