Educazione alimentare da scuola a scuola: progetto del Ballerini per le medie di Monza e Brianza
Gli studenti dell'alberghiero Ballerini di Seregno (Foto by Paolo Volonterio)

Educazione alimentare da scuola a scuola: progetto del Ballerini per le medie di Monza e Brianza

L’istituto alberghiero del collegio Ballerini di Seregno propone un’attività di educazione alimentare a tutti gli alunni delle medie delle scuole della provincia di Monza e Brianza nel biennio 2018-19.

“Il buono a scuola” è il progetto che l’istituto alberghiero del collegio Ballerini di Seregno sta proponendo come attività di educazione alimentare a tutti gli alunni delle medie delle scuole della provincia di Monza e Brianza nel biennio 2018-19.

Il progetto prende spunto dall’esperienza che l’istituto alberghiero ha maturato in oltre un decennio di attività di educazione alimentare nelle scuole di ogni ordine e grado.
« Esperienze ed attività che hanno trovato la loro sintesi naturale - ha spiegato lo chef Giovanni Guadagno, responsabile della didattica di laboratorio dell’alberghiero - nell’esperienza di Expo Milano 2015 e nel documento conclusivo della manifestazione. Il progetto offre la possibilità di concretizzare quanto scritto e firmato dal milione di persone nella Carta di Milano, vera eredità della manifestazione. Cura e consapevolezza del cibo, rispetto e condizione nei consumi alimentari, creatività nel definire un percorso di costruzione di un mondo sostenibile, ricerca del benessere a tutto tondo, sono alcuni dei valori promossi nel progetto».

«La nostra proposta - ha aggiunto il rettore don Gian Luigi Frova - ha obiettivi e contenuti ben definiti e prevede la possibilità di organizzare attività di educazione alimentare gratuite per docenti, allievi e le loro famiglie. Nelle brochure che abbiamo recapitato a tutte le scuole , sono disponibili le sintesi delle attività organizzate negli anni dal nostro istituto alberghiero. Tutte le attività di educazione alimentare sono patrocinate da Fondazione Cariplo, nel progetto Grow up, e la loro bontà è stata convalidata dall’Associazione Cuochi Brianza, l’associazione dei professionisti della cucina del territorio».

«Le attività per il biennio 2018-19 sono personalizzate e possono prevedere momenti dedicati all’approfondimento culturale sul cibo - ha continuato Giovanni Guadagno - attività di laboratorio nella preparazione e nell’assaggio di buone merende e momenti di confronto e dibattito per docenti e genitori. Nei vari ordine di scuola presente al Ballerini, abbiamo iniziato l’educazione alimentare nel 1999 al rientro dalla presentazione a Lariofiere ad Erba e da quell’anno l’abbiamo potenziata e migliorata. La prossima edizione all’interno del Ballerini è in programma dal 19 al 23 marzo prossimo. Tante le modalità finora sperimentate dalla “colazione felice” dalle 7.30 alle 9, al “pranzo di mezzogiorno”. In tutti questi anni siamo stati chiamati a presentare e mostrare sul campo il nostro progetto di educazione alimentare, ecco perché vorremmo poterlo diffondere a molte più realtà scolastiche».


© RIPRODUZIONE RISERVATA