E-mail dell’Enel che promettono rimborsi: «Attenti, è soltanto una truffa»

E-mail dell’Enel che promettono rimborsi: «Attenti, è soltanto una truffa»

Avete ricevuto e-mail dell’Enel che vi invitano a fornire dati su conti correnti e carte di credito per rimborsi? Tutto falso: non cliccate. Ad avvertire che si tratta di una truffa è la stessa Enel che chiede di segnalare qualsiasi mail sospetta.

Attenti: Enel non vi sta mandando mail chiedendo dati su conti correnti e carte di credito. L’allarme è stato lanciato dalla stessa società dell’energia che in una nota segnala di avere ricevuto comunicazioni da parte dei clienti: strane mail con un link dove scrivere propri dati personali. Mail piuttosto credibili, ma false: una truffa, o meglio phishing, un classico dei raggiri digitali. Si tratta peraltro di una mail in cui si fa riferimento a un presunto rimborso di soldi pagati per sbaglio.

Non è così: «L’email non è stata inviata da Enel né da società da essa incaricata, per cui l’azienda invita i clienti a non aprire l’allegato al messaggio e a non compilare il modulo - avverte la società - . Le procedure di Enel Servizio Elettrico e Enel Energia, le società di vendita del Gruppo Enel, non prevedono in alcun caso la richiesta di fornire dati bancari e/o codici personali via e-mail o telefonicamente o attraverso link esterni».

Enel ha anche «avviato tutte le azioni necessarie per la tutela dei clienti e della società» e chiede di segnalare qualsiasi tentativo di truffa a nome della società a questi contatti: i negozi Enel presenti sul territorio o i numeri verdi 800 900 800 per Enel Servizio Elettrico e 800 900 860 per Enel Energia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA