Desio, Parco Delle Nuvole anche di notte: nuove luci per il parco giochi inclusivo
Il parco inclusivo di via Galli con la nuova illuminazione

Desio, Parco Delle Nuvole anche di notte: nuove luci per il parco giochi inclusivo

La struttura del Parco delle Nuvole sarà fruibile anche durante le serate, non necessariamente soltanto quelle estive.

Al “Parco sulle Nuvole” si può giocare anche di sera. Inaugurato lo scorso autunno, il parco giochi inclusivo di via Galli ora ha anche una nuova illuminazione. «E’ un nuovo sistema illuminante più efficiente e a basso consumo energetico, che lo rende fruibile, piacevole e sicuro anche durante le serate, non necessariamente solo estive» afferma il sindaco Roberto Corti. Una buona notizia per bambini, genitori e nonni, che frequentano solitamente il parco giochi. Adesso lo possono fare anche dopo il tramonto.

«Il parco inclusivo permette a tutti i bambini di giocare insieme senza alcuna barriera architettonica: niente ostacoli per le altalene né per gli altri giochi», ricordava il sindaco. Il progetto voluto dall’amministrazione, col sostegno di un gruppo di genitori, è costato un investimento di 200 mila euro alle casse comunali. Nell’area attrezzata è possibile fare diverse attività: il gioco dell’oca, tris e filetto, i disegni sul muro-lavagna, il percorso dedicato a tricicli, piccole biciclette e carrozzine con stop, parcheggi e cartelli stradali. Ci sono anche i giochi tradizionali, ripensati per coinvolgere tutti, come la pista delle biglie rialzata o la staccionata di legno con i buchi per giocare a nascondino o con la palla e lo scivolo accessibile attraverso una dolce rampa. Poi ci sono le aree tematiche: l’ “area delle favole”, l’ “aiuola dei cinque sensi” l’ “area teatro”.

È’ uno dei parchi inclusivi più grandi e attrezzati della zona. All’inaugurazione, i bambini hanno abbattuto un muro di cartone, simbolo di ogni barriera, fisica e mentale. «Noi immaginiamo una città inclusiva, dove le differenze siano una ricchezza - ribadiva il Primo Cittadino, - una città nella quale tutti i bambini abbiamo pari diritti. A cominciare dal gioco, indispensabile ed essenziale per la loro crescita». Il nome “Parco sulle Nuvole” è stato scelto dai bambini la scorsa primavera, con un concorso di idee lanciato nelle scuole. L’intera area è dotata inoltre di un nuovo impianto di videosorveglianza come deterrenza contro gli atti vandalici. Deterrente più che necessario, dato che c’è ancora chi non ha imparato a rispettare l’ambiente e gli spazi pubblici. Se il parco inclusivo è ancora tutto in funzione (anche se si notano ogni tanto rifiuti abbandonati), ci sono altre aree gioco dove le attrezzature risultano inutilizzabili. Come il parco di via Volta o l’area giochi del parco comunale, dove le altalene non hanno più i seggiolini e nessuno le ha ancora riparate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA