Desio, la nuova vita green e vivibile della scuola media Rodari
desio scuola rodari

Desio, la nuova vita green e vivibile della scuola media Rodari

Volta pagina la media Rodari di piazza Nenni a Desio con un investimento di 2,5 milioni di euro (due dei quali ottenuti grazie a un bando del ministero dell’Istruzione). A settembre studenti in una scuola più green e vivibile.

Più sicura, più green, più vivibile. Volta pagina la media Rodari di piazza Nenni a Desio. Con un investimento di 2,5 milioni di euro (due dei quali ottenuti grazie a un bando del ministero dell’Istruzione) l’amministrazione guidata dal sindaco, Roberto Corti, è riuscita a varare la ristrutturazione più imponente da quando esiste la storica scuola nata alla fine degli anni Settanta nel quartiere Desio sud dove oggi studiano ogni giorno oltre 300 allievi.

Iniziati all’inizio del 2020 e proseguiti – quasi senza interruzioni in tutto il periodo dell’emergenza sanitaria – saranno terminati entro l’estate. E, salvo imprevisti, a settembre quando gli studenti torneranno sui banchi potranno avere a disposizione una scuola tutta nuova.

Le ampie finestre sono state sostituite con infissi ad alta tenuta termica. Ristrutturati anche segreteria, bagni, tetti e controsoffitti. Quasi terminata la realizzazione di un cappotto termico con pannelli di fibra che «avvolgerà» completamente i muri esterni. Grazie anche all’installazione di valvole termostatiche su tutti i radiatori l’edificio di 5mila metri quadrati farà un salto di qualità nell’efficienza energetica con un risparmio in metano e un taglio all’inquinamento fino al 40 per cento. Ci sarà anche un impianto di climatizzazione grazie al quale la scuola sarà più fresca d’estate e più calda d’inverno.

Tra i fiori all’occhiello: è stata rinnovata e irrobustita anche l’ampia palestra (in uso anche dalle associazioni sportive e dal Cipia, centro provinciale per la istruzione degli adulti, in orari extrascolastici) e sono state tinteggiate tutte le aule e gli interni con vernici anti-incendio. Montato anche un sistema antincendio più moderno. Ripensata anche la sicurezza anti-sismica e messo a norma delle più recenti leggi l’intero edificio.

Soddisfatta la dirigente scolastica, Maria Luisa Smiroldo: «Ringrazio il sindaco, Roberto Corti e l’attuale amministrazione comunale che ha fatto compiere un salto di qualità storico a questa scuola. I nostri ragazzi potranno studiare in una scuola più gradevole, vivibile e sicura. Un luogo dove sarà anche più bello studiare».

«Si tratta di uno dei più importanti e rilevanti interventi della nostra amministrazione – commenta l’assessore all’Istruzione Giorgio Gerosa - Restituiremo alla comunità scolastica un edificio migliorato radicalmente, non solo dal punto di vista estetico, ma sotto il profilo della sicurezza e del comfort, dell’efficienza energetica che garantirà concreti benefici all’ambiente con la riduzione delle emissioni inquinanti e al bilancio del comune grazie a un notevole risparmio economico sulla bolletta».


© RIPRODUZIONE RISERVATA