Croonavirus: altri nove progetti sostenuti dalla Fondazione di comunità di Monza e Brianza
Il fondo di emergenza della Fondazione di comunità di Monza e Brianza

Croonavirus: altri nove progetti sostenuti dalla Fondazione di comunità di Monza e Brianza

Altri nove progetti sul territorio sostenuti dalla Fondazione di comunità di Monza e Brianza grazie al Fondo di emergenza per l’epidemia di coronavirus: valgono 47.500 euro.

La San Vincenzo di Monza, la coop sociale Meta, la Fondazione Stefania e molti altri: sono i destinatari della nuova tranche di contributi che la Fondazione di comunità di Monza e Brianza ha stanziato in questi giorni per le realtà impegnate sul territorio. Che si traducono anche in 33.320 mascherine, 131 tablet per gli studenti e non solo, 2.659 persone raggiunte con i pachi alimentari. Si tratta ormai di 35 progetti sostenuti con 373.436 euro grazie al Fondo emergenza coronavirus MB.

L’ultima vale 47.500 euro: ecco l’elenco fornito dalla Fondazione.

- San Vincenzo De Paoli di Monza. In queste settimane l’Asilo notturno di via Raiberti è diventato ancora di più “la casa di chi non ha una casa”. Distribuisce quotidianamente 70 pasti ma, senza i consueti contributi provenienti dal progetto Pasto Sospeso, si trova in difficoltà di approvvigionamento. Lo stanziamento (anche di un donatore privato) pari a 15mila euro sostiene il costo straordinario del personale addetto al centro, l’acquisto di provviste per i prossimi mesi e di stoviglie usa e getta.

- Natur& onlus di Seveso. Un contributo pari a 2.500 euro per potenziare la dotazione a disposizione delle ragazze che vivono a Casa Dho e degli adolescenti in housing sociale e in situazioni di semi residenzialità.

- Meta cooperativa sociale in Provincia di Monza e Brianza. La cooperativa continua a garantire assistenza a 26 persone presenti in 7 diverse strutture di housing sociale e a 200 richiedenti asilo che vivono in 14 appartamenti. Il contributo, pari a 5mila euro, serve all’acquisto di dispositivi di protezione individuale per gli operatori e per la realizzazione di interventi di sanificazione delle strutture.

- Iride cooperativa sociale di Monza. Resta aperta la comunità alloggio che ospita 7 persone con disabilità dai 18 ai 65 anni. Il contributo, pari a 5mila euro, serve ad acquistare dispositivi di protezione individuale e materiale per la sanificazione delle strutture.

- Diapason cooperativa sociale di Monza. Il contributo, pari a 5mila euro, serve all’acquisto di 41 tablet per fornire supporto tecnologico alle famiglie di minori seguiti da diversi servizi di Diapason nel comune di Monza, così da poter rendere praticabile ed efficace l‘assolvimento degli impegni scolastici da remoto.

- Azalea cooperativa sociale a Lissone. Azalea si prepara alla consegna di pane fresco e di prodotti da forno alle famiglie in difficoltà in carico alla Caritas di Lissone, al centro Botticelli, alla Caritas di Cesano Maderno e al Villaggio Snia, al Banco di solidarietà “Mario e Costanza” di Biassono. Previsto il coinvolgimento di circa 500 famiglie. Contributo pari a 4mila euro.

- Associazione Mosaico Interculturale di Seregno: 4mila euro per il sostegno all’attività di 8 mediatori linguistici e culturali, impegnati ad affiancare da remoto 20 alunni stranieri che frequentano l’istituto comprensivo Stoppani di Seregno.

- Fondazione Stefania a Muggiò. Gli ospiti della Residenza “Luigi e Dario Villa” per patologie personali evidenziano fragilità che innalzano i rischi di esposizione al contagio. Il contributo, pari a 6mila euro, è finalizzato all’acquisto di dispositivi di protezione individuale: guanti, mascherine, gel disinfettanti, camici, occhiali protettivi.

- Fondazione Residenza Amica d i Giussano. La Fondazione accoglie anziani parzialmente o totalmente non autosufficienti. Il contributo, pari a 5mila euro, è finalizzato all’acquisto di dispositivi di protezione individuale per il personale che opera all’interno della struttura.

È possibile contribuire al Fondo con una donazione attraverso:
- un bonifico a Fondazione della Comunità di Monza e Brianza onlus, con causale: “Emergenza Coronavirus” – Iban: IT03 Q05034 20408 000000029299
- una donazione online dal sito www.fondazionemonzabrianza.org


© RIPRODUZIONE RISERVATA