Covid-19: le cellule del Verri di Monza in uno studio per  combattere la polmonite
Giovanna D'Amico, responsabile dell’unità di Immunologia

Covid-19: le cellule del Verri di Monza in uno studio per combattere la polmonite

Il laboratorio Verri del centro di ricerca Tettamanti produce le cellule stromali esenchimali utilizzate in uno studio innovativo contro la polmonite provocata dal Covid-19.

Sono prodotte a Monza, presso il laboratorio Verri del Centro di ricerca Tettamanti, le cellule stromali esenchimali che sono la nuova speranza di cura per pazienti con polmonite da Covid 19. Partirà tra pochi giorni lo studio multicentrico Rescat, coordinato dell’azienda ospedaliero – universitaria di Modena con l’università di Modena e Reggio Emilia e altri cinque centri tra cui il Centro ricerca Matilde Tettamanti, specializzato nella ricerca e nella cura delle leucemie infantili.

Giovanna D'Amico, responsabile dell’unità di Immunologia

Giovanna D'Amico, responsabile dell’unità di Immunologia

«Questo studio – spiega Giovanna D’Amico, responsabile dell’unità di Immunologia a Monza- nasce da una lunga esperienza nell’uso delle cellule stromali mesenchimali per contrastare la Graft versus Host Disease (GvHD), una complicanza che rende inefficace uno tra i più importanti strumenti nella cura delle leucemie, e che produciamo direttamente a partire dal midollo osseo».

A Monza infatti esiste dal 2007 una cell factory, il laboratorio Verri, coordinato da Giuseppe Gaipa, autorizzata dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) alla produzione di farmaci per terapie avanzate e alla produzione di medicinali per terapia genica dal 2017. «Oggi, grazie a questo studio multicentrico - prosegue D’Amico - possiamo applicare l’esperienza maturata dal nostro centro sulla funzione antinfiammatoria delle cellule stromali mesenchimiali per il trattamento dei pazienti affetti da polmonite da Sars-Cov2. L’obiettivo è quello di verificare come queste cellule, andando ad agire sulla reazione infiammatoria dell’organismo causata dal virus, possono contrastare la tempesta di citochine che compromette la funzione degli organi vitali».

Gli studi pubblicati in Cina durante la pandemia hanno dimostrato l’efficacia del trattamento che sarà effettuato su 60 pazienti affetti da polmonite severa da infezione Covid ricoverati presso i centri che partecipano allo studio. Oltre al San Gerardo di Monza , gli ospedali Careggi e Meyer di Firenze, il Policlinico di Milano, gli ospedali universitari di Verona, Modena e Reggio Emilia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA