Cosa c’è sul Cittadino di giovedì 20 settembre 2018

Cosa c’è sul Cittadino di giovedì 20 settembre 2018

Il futuro dell’ospedale vecchio di Monza, in via Solferino, in apertura del Cittadino in edicola giovedì 20 settembre 2018. E poi cronaca, foliage e storie.

Il futuro dell’ospedale vecchio di Monza, in via Solferino, in apertura del Cittadino in edicola giovedì 20 settembre 2018. L’accordo di programma tra Comune e ospedale San Gerardo è in scadenza, da dieci anni la struttura è senza acquirenti, due aste non hanno dato risultati. Ma una intesa sembra lontana. I possibili scenari.
In evidenza anche la visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel pomeriggio di giovedì a Monza, all’ospedale dei bambini e al San Gerardo.

prima pagina il CittadinoMb giovedì 20 settembre 2018

prima pagina il CittadinoMb giovedì 20 settembre 2018
(Foto by Chiara Pederzoli)

VAI Il Cittadino è anche digitale: vai all’edicola online

Il reportage è a colori perché, nonostante le temperature, da calendario sta per arrivare l’autunno: il Cittadino ha disegnato una mappa per ammirare il “foliage” al parco di Monza, ovvero lo spettacolo dei colori delle foglie.

In cronaca nera l’incidente stradale nel tunnel di Monza costato la vita a un commercialista di 36 anni e la fotografia della Valassina da parte di Anas; l’operazione del Nost della polizia locale che ha riportato a casa una minorenne scomparsa da dieci giorni; le critiche di Possibile di Giuseppe Civati sull’entrata in vigore del decreto legislativo che rende possibile raddoppiare le armi utilizzabili con una apposita licenza (da sei a dodici).

La politica fornisce costi e numeri del consiglio comunale e la stoccata della Lega a Forza Italia sull’urbanistica.

Il Comitato Parco invece, conti alla mano, in conferenza stampa ha analizzato come il Gp d’Italia non sia un affare per la città.Questo mentre Regione, Comune e Aci hanno aperto la tavola rotonda per il rinnovo del contratto per la formula 1 in autodromo.

E poi, tra sport e cronaca, le storie di tre società sportive: il Monza calcio che sta per passare al 95% a Silvio Berlusconi, il Monza Roller 2017 (che ha portato di recente la sua prima atleta in Nazionale) che chiude a un anno dalla rifondazione dopo essersi ritrovato senza una casa per spese troppo alte, l’Atletica Monza che rischia lo sfratto dalla pista di viale Battisti dopo l’assegnazione del complesso sportivo alla Forti e Liberi.

In cronaca tornano i “chiosconi”, il progetto per l’installazione di tredici dehors in città: la Soprintendenza ne ha bocciati cinque. Stato delle cose e interviste.

E poi le storie di Rina Sala Gallo e del concorso pianistico a lei intitolato (e che sta per tornare); di Stefania e Marta che hanno indossato le scarpe da running al primo incontro del “corso di corsa” organizzato l’anno scorso via social e ora sono pronte alla prova della gara.

E di Barbara Zizza, il “Tipo monzese” della settimana, che si batte per una Monza un po’ più amica anche degli animali. È la responsabile del Movimento animalista MB e fondatrice del gruppo facebook Monza a 4 zampe.

L’impegno di Unitalsi ora impegnata anche nell’organizzazione di viaggi, i 300 anni del culto del Santo Chiodo.

L’economia torna sulle chiusure domenicali dei negozi e sull’accordo che in Candy ha scongiurato 207 licenziamenti.

Allegato al giornale lo Speciale Coppa Agostoni. In edicola le rubriche le Strade del gusto e Affari di casa.

Il Cittadino giovedì 20 settembre è in piazza Roma, all’arengario, con la redazione mobile dalle 9.30 alle 12.30.


© RIPRODUZIONE RISERVATA