Cosa c’è sul Cittadino di giovedì 12 dicembre 2019
prima pagina il CittadinoMb giovedì 12 dicembre 2019 (Foto by Chiara Pederzoli)

Cosa c’è sul Cittadino di giovedì 12 dicembre 2019

Cinema che riaprono e uno - un altro - che chiuderà sul Cittadino di giovedì 12 dicembre 2019. E poi il boom di Christmas Monza e il flop della viabilità, i panettoni artigianali e la cronaca.

Cinema che riaprono e uno che chiuderà. C’è la Monza del grande schermo in apertura del Cittadino di giovedì 12 dicembre 2019: con il cinema Capitol riaperto e rinnovato con una grande festa cui hanno partecipato anche Aldo Baglio e Claudio Bisio, ma anche il Teodolinda che agli abbonati ha già annunciato la chiusura in primavera. Entrambi sono del circuito Anteo Spaziocinema.

VAI ALL’EDICOLA DIGITALE Acquista a 0,99 euro la copia digitale del Cittadino di Monza del 12 dicembre 2019

In primo piano il Natale in città, anzi Christmas Monza. Il contenitore di eventi inaugurato due settimane fa, nello scorso weekend ha fatto il pieno di visitatori arrivati anche da fuori Provincia. Ma è collassata la viabilità, insieme ai parcheggi. Un problema da risolvere.

In evidenza anche il panettone, ma quello artigianale certificato da un disciplinare della Camera di commercio. Il Cittadino racconta i quattro protagonisti in città, un anno dopo la cessazione dell’attività dello storico marchio Bettini.

In cronaca nera e giudiziaria gli sviluppi dell’indagine dell’accoltellamento di San Rocco con gli imputati che chiedono l’abbreviato e le nuove rivelazioni sulle frasi che si scrivevano.

Ha portato invece a casa di un militante del Foa Boccaccio l’indagine in cui il militante è stato arrestato per possesso di hashish e cocaina.

In cronaca anche la nuova questura di via Montevecchia, con il nuovo allarme lanciato dai sindacati per l’organico inadeguato e la struttura non ancora completata. Intanto è lontana la soluzione per la “crisi dei passaporti” che costringe i brianzoli a tempi biblici per avere i passaporti.

E i nuovi test alla Asfalti Brianza di Concorezzo attesi per la prossima settimana.

Le cronache della città raccontano due storie: quella dell’erboristeria Estragon premiata come attività storica e quella della gioielleria Villa che chiude dopo 210 anni.

Poi le sanzioni previste dal nuovo regolamento di polizia urbana, la nuova tassa per la raccolta differenziata, raccontata tra chi ci perde e chi guadagna, il nuovo appalto dei rifiuti di Monza e il “non-parere” di Anac. E di nuovo il problema della città al buio per i lampioni spenti.

Sul CittadinoPiù l’analisi dei tempi che occorrono per avere la pensione e i 20mila “Neet” della Brianza, ovvero quei cittadini tra i 15 e i 29 anni che non studia, non lavora e non sta facendo formazione.

In cultura l’anteprima del nuovo libro di Luca Scarpetta e Giancarlo Rapone: con “Il cacciatore di Narcos” il giornalista-scrittore e il comandante dei carabinieri chiudono la trilogia sul narcotraffico e gli infiltrati.

E da giovedì inizia il conto alla rovescia: con il giornale del 19 dicembre nelle edicole arrivano i calendari 2020 realizzati con il Fai (gratuiti col giornale) e le agende.


© RIPRODUZIONE RISERVATA