Cosa c’è su il Cittadino di giovedì 4 aprile 2019
prima pagina il Cittadino Mb giovedì 4 aprile 2019 (Foto by Chiara Pederzoli)

Cosa c’è su il Cittadino di giovedì 4 aprile 2019

I redditi 2018 che dicono che cresce la ricchezza della provincia e di Monza in particolare, la Tav delle merci, l’addio a tre monzesi illustri, il conto alla rovescia verso la nuova Questura sul Cittadino in edicola giovedì 4 aprile 2019.

La Brianza nel 2018 ha dichiarato redditi per poco meno di 15 miliardi di euro, di cui 2,5 arrivano da Monza: cresce la ricchezza della provincia e del capoluogo in particolare, che scala la classifica dell’imponibile lordo. Solo a Monza sono oggi più di 2mila le persone che dichiarano più di 120mila euro all’anno al fisco. C’è questo in primo piano sul Cittadino di giovedì 4 aprile 2019, fermo restando che a volte i conti non tornano. Per questo il Comune ha avviato accertamenti sull’Imu per un milione di euro.

prima pagina il Cittadino Mb giovedì 4 aprile 2019

prima pagina il Cittadino Mb giovedì 4 aprile 2019

VAI ALL’EDICOLA DIGITALE

Le cronache aprono con l’appuntamento che segna la svolta per la sicurezza sul territorio: il 15 aprile inaugurazione della Questura di Monza alla presenza del ministro dell’Interno Matteo Salvini. E ancora: almeno 100 casi di trapassi d’auto fantasma per la scomparsa di un’agenzia, il chirurgo della ’ndrangheta accusato anche di truffa, due parrucchiere in tribunale per un salone di bellezza finito a carte bollate.

Ci sono tre lutti importanti in città negli ultimi giorni: quello di Beppe Colombo che ha segnato la storia della cultura a Monza, quello dell’ex calciatore e presidente del Monza Valentino Giambelli e quello dell’ex direttore dell’autodromo e imprenditore Giovanni Mariani.

La città che cambia parla della Tav delle merci che potrebbe diventare realtà molto presto, del Bosco verticale dell’archistar Stefano Boeri che arriva in città (e che fa i conti con l’inchiesta del Cittadino sugli edifici più alti di Monza) e con i passi avanti per l’area dismessa dell’ex Buon Pastore.

Mentre la città si prepara alla nuova edizione delle Pulizie di primavera, apre anche il ricco programma del Fuorisalone cittadino.

Per la rubrica Centoventi, in occasione dell’anniversario del Cittadino, un fatto di sangue del 1899 legato al gioco d’azzardo.

Ma se di storia si parla parte un nuovo viaggio nel 1400: il Cittadino accompagna i lettori fino all’anniversario della scomparsa di Leonardo da Vinci (il 2 maggio saranno 500 anni) dedicandogli il mese di aprile. Si parte dalla prima cosa che probabilmente ha visto il Genio se come è probabile è passato da Monza: il castello Visconteo, che un nuovo studio firmato dall’archeologo Stefano Pruneri restituisce al presente ricostruendone le strutture sui luoghi di oggi.

I quartieri: il nuovo progetto per la badante di condominio, le speranze di Cascina San Bernardo, il Temperino di San Rocco che compie sette anni e via Po a San Fruttuoso che aspetta interventi.

Nei giorni che celebrano la Giornata mondiale di sensibilizzazione sull’autismo una storia speciale: quella di una mamma di due figli autistici che ha imparato ad affrontare il problema anche grazie a scuole attente e preparate com e quelle di Cederna.

In sport il successo della Saugella Monza in coppa Challenge e il nuovo presidente del Monza Paolo Berlusconi che detta l’agenda. Un solo obiettivo: la promozione.

Il CittadinoPiù un nuovo passo per il protocollo per il carcere che fa scuola di impresa per i detenuti, il mondo della consegna dei pacchi che si prepara a cambiare, una settimana dedicata all’astronomia con tanti appuntamenti e gli spettacoli dei prossimi giorni.

Mentre Monza si prepara a tornare capitale della bicicletta con Monza in Bici, in edicola con il giornale gli speciali pubblicitari dedicati alla Brianza al Salone del Mobile 2019 e agli Affari di casa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA