Cosa c’è su il Cittadino di giovedì 14 maggio 2020
prima pagina il CittadinoMb giovedì 14 maggio 2020 (Foto by Chiara Pederzoli)

Cosa c’è su il Cittadino di giovedì 14 maggio 2020

Cosa c’è su il Cittadino di giovedì 14 maggio 2020 (che arriva in edicola con un inserto dedicato alla festa della mamma con le foto inviate dai lettori): riflettori sulle conseguenze economiche dell’emergenza coronavirus per Monza e la Brianza in apertura.

Le conseguenze economiche dell’emergenza coronavirus per Monza e la Brianza in apertura del Cittadino in edicola giovedì 14 marzo 2020. La Provincia non ha il denaro da versare allo Stato come contributo al contenimento della spesa pubblica. La scadenza è il 31 maggio, mancano 8 milioni. I conti di Monza “preoccupano” e il sindaco ha chiesto una ricognizione sulle entrate. E i commercianti? In attesa che Regione Lombardia riceva le indicazioni per dare risposte sulle riaperture, Confesercenti chiede di tagliare o azzerare le tasse municipali. Mentre l’ad del celebre marchio di biciclette Atala riferisce di perdite per 10 milioni di euro e invoca “aiuti subito”. Gli psicologi lanciano l’allarme per il lavoro in crisi e la Caritas riceve sempre maggiori richieste d’aiuto da famiglie con requisiti decisamente diversi dai canoni.

prima pagina il CittadinoMb giovedì 14 maggio 2020

prima pagina il CittadinoMb giovedì 14 maggio 2020

VAI ALL’EDICOLA DIGITALE Leggi il giornale a 0,99 cents (VAI)

E qualche buona notizia c’è? Da mercoledì, fino a alle 20.30 di venerdì in tre giorni sfortunati dal punto di vista meteo, prove generali di riapertura della Reggia (Villa e giardini esclusi) con runner in coda dalle 6.55 (apertura alle 7). I primi visitatori: «È il momento della responsabilità, sta a noi fare in modo che si possa fare». Ma c’è chiede lo stop nel fine settimana.

E poi? Monza a inizio settimana ha registrato zero nuovi contagi da coronavirus comunicati da Ats.
Poi le novità dall’ospedale San Gerardo raccontate dal direttore generale Mario Alparone: ingresso (per tutti) solo attraverso termoscanner e tamponi “drive in” in arrivo. Il ritorno delle messe con tutte le regole per la Fase 2 (e la foto di come sarà organizzata una chiesa) e delle nozze con le parole di uno sposo che ha ricevuto una telefonata dal Comune e poco dopo era davanti al pubblico ufficiale per il fatidico sì.

Le altre notizie. C’è la data per l’inizio dei lavori sul ponte di via Colombo, chiuso da settembre 2018. Manca l’ultimo sopralluogo, ma sarà demolito e ricostruito a partire dal 25 maggio.

In cronaca nera l’inchiesta sui soldi della mafia riciclati da un macellaio.

In sport la morte del giovane calciatore Andrea Rinaldi e il ricordo dell’Ac Monza che lo aveva avuto nel settore giovanile.

Sul CittadinoPiù in economia si parla di ecobonus, in cultura il secondo capitolo dedicato a Bartolomeo Zucchi nei 450 anni dalla nascita.

E poi in omaggio all’interno del giornale l’inserto con le foto dei lettori dedicate alla Festa della mamma.


© RIPRODUZIONE RISERVATA