Cosa c’è su il Cittadino del 15 marzo 2018
Le prime pagine del Cittadino di giovedì 15 marzo 2018

Cosa c’è su il Cittadino del 15 marzo 2018

In primo piano sul Cittadino in edicola giovedì 15 marzo 2018: l’arresto di una banda capace di racimolare 150mila euro con furti e rapine tra case e distributori di benzina, i Boschetti reali occupati dai pusher. E lo Speciale dedicato alla messa di papa Francesco nel parco, un anno dopo.

In primo piano sul Cittadino in edicola giovedì 15 marzo 2018: l’arresto di una banda capace di racimolare 150mila euro con furti e rapine tra case e distributori di benzina, i Boschetti reali occupati dai pusher. E lo Speciale dedicato alla messa di papa Francesco nel parco, un anno dopo.

VAI IN EDICOLA Il giornale si può comprare anche all’edicola digitale (VAI)

SPECIALI “Un anno con Papa Francesco” a Monza: in edicola con il Cittadino di giovedì 15 e sabato 17 marzo

Sessanta pagine in regalo con il giornale, e di nuovo in edicola sabato 17 marzo, per raccontare l’eredità dell’evento del 25 marzo 2017: interviste, l’album delle foto da conservare, riflessioni di chi ha partecipato, ma anche giochi e sorprese.

Torniamo alla cronaca. La banda è stata protagonista di colpi a Monza e nel Vimercatese: colonnine self service dei distributori svuotate in 4 minuti, colpi in appartamento. Scaltri, ma non a sufficienza per sfuggire alle indagini dei carabinieri.

Ai Boschetti reali invece la sostituzione dell’impianto di illuminazione non ha scoraggiato gli spacciatori della zona: che hanno spaccato le luci del sottopasso per lavorare alla sera in tutta tranquillità. Mentre di giorno sembrano essersi trasferiti nei giardini della Villa reale.

E della scorsa settimana la notizia della petizione con 600 firme contro il degrado all’ex Diefenbach: questa settimana la denuncia di ladri in una palazzina di via Borgazzi. E il dito è puntato ancora contro l’area dismessa.

In cronaca nera anche i costi per la società degli incidenti stradali: 1 milione di euro di spese sanitarie, solo per le prestazioni ospedaliere e a Monza Brianza comunque meno della media lombarda.

Dal tribunale la possibile svolta del caso Servicedent con la revoca dei commissari, il processo a porte chiuse per l’imprenditore dei centri estetici accusato di violenze sessuali su giovani studentesse e la richiesta di giudizio immediato per il killer del tallio Mattia Dalzotto di Nova Milanese.

La politica. La Provincia non ha più soldi e lascia il consiglio della Reggia: la lenta agonia dopo la riforma Delrio. In Regione invece pare difficile che si realizzi la richiesta della Lega provinciale per un ruolo nella nuova squadra con un assessore della Brianza.

Dopo le ultime elezioni Forza Italia e Pd sono in caduta libera e vanno a caccia del voto dei giovani. I 5 Stelle invece hanno fatto festa in un bar di Monza dopo il risultato nazionale e verso le amministrative. Pippo Civati parla del suo futuro.

Le cronache della città. L’idea dell’assessore Longo: una corsa travestiti da animali per pagare i fuochi di San Giovanni (e per richiamare l’antica fiera del bestiame). Un cambio di rotta per le celebrazioni di giugno del patrono della città.

Dopo 115 anni invece chiude definitivamente la libreria degli Artigianelli, mentre a San Rocco apre il terzo progetto di portineria sociale della città. E Sant’Albino si è fermato per salutare Luisa Garofano, colonna del quartiere scomparsa a 74 anni.

Grida d’allarme da via della Birona dove la passerella di Cazzaniga è teatro di scippi e furti: «Meglio passarci se in compagnia», la denuncia.

E poi da viale Brianza dove in attesa dell’onda verde dei semafori, il traffico è da bollino rosso.

E per i “Tipi monzesi” parola a Giorgio Manzoni, commerciante che ha aperto la sua attività a San Fruttuoso e si è trasformato in una sorta di “Amazon” di quartiere: mette in vendita quello che i clienti gli chiedono.

Infine la proposta: il fotoreporter Federico Patellani, fondatore del fotogiornalismo italiano, era di Monza. Scomparso 40 anni fa, «gli sia dedicata una via in città».

Lo speciale dedicato a Papa Francesco non è l’unica novità. Il Cittadino Più presenta l’iniziativa editoriale che racconta Monza attraverso le figurine da inizio ’900 alla fine della Grande guerra. L’ album arriva nelle edicole della città e limitrofi il 19 aprile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA