Coronavirus, sette volontari monzesi bloccati in Africa: l’appello video
Amico Senegal bloccato in africa

Coronavirus, sette volontari monzesi bloccati in Africa: l’appello video

Sette volontari dell’associazione monzese Amico Senegal sarebbero dovuti rientrare domenica ma l’emergenza sanitaria li ha bloccati in Africa, nella regione della Casamance. Il video.

Sarebbero dovuti rientrare in Italia entro il 15 marzo (avevano in tasca un biglietto aereo “aperto”) ma l’emergenza sanitaria li ha bloccati nella regione della Casamance, in Senegal. Sette volontari dell’associazione monzese Amico Senegal, tra i quali il presidente della stessa Valerio Sormani e la presidente del Panathlon Club Monza e Brianza Monica Gariboldi, sono di fatto “prigionieri” della struttura che li ospita.

VAI ALL’EDICOLA DIGITALE Le parole dei monzesi sul Cittadino in edicola giovedì 19 marzo 2020

Il gruppo, arrivato in Africa il 25 febbraio, ha contattato anche la Farnesina ma finora non ha ricevuto alcuna risposta. Da bravi volontari, abituati ad affrontare situazioni difficili, cercano di mantenersi positivi ma le preoccupazioni con il passare dei giorni aumentano.
Le notizie dall’Italia mentre i volontari si dedicavano all’assistenza della popolazione (soprattutto mamme, bambini e ragazzi) della Casamance li hanno subito messi in allarme. Alcuni di loro, però, temendo un ulteriore peggioramento, hanno tentato il tutto per tutto e sono riusciti a imbarcarsi da Dakar su uno degli ultimi voli diretti in Francia.
I volontari hanno chiamato parenti e amici rimasti a Monza e hanno diffuso sul web un video per pregare di condividere il loro appello e di farlo arrivare al nostro ministero degli Esteri.

IL VIDEO


© RIPRODUZIONE RISERVATA