Coronavirus, secondo caso positivo a Seregno: «Entrambi non gravi, noi prendiamoci cura degli anziani»
Coronavirus Alberto Rossi Seregno

Coronavirus, secondo caso positivo a Seregno: «Entrambi non gravi, noi prendiamoci cura degli anziani»

C’è un secondo caso di persona positiva al Coronavirus a Seregno. Per la seconda volta, dopo lunedì, la notizia è arrivata dal sindaco Alberto Rossi che in un video su facebook.

C’è un secondo caso di persona positiva al Coronavirus a Seregno. Per la seconda volta, dopo lunedì, la notizia è arrivata dal sindaco Alberto Rossi che in un video su facebook ha sottolineato che «tutti e due i cittadini sono all’ospedale San Gerardo di Monza, entrambi in condizioni di salute non preoccupanti, nessuno in terapia intensiva».

Si tratta di due seregnesi più giovani della fascia d’età Over 65, considerata più critica per la diffusione dei contagi.

«Quello che comunico lo faccio in accordo con le autorità sanitarie, per evitare voci e notizie gonfiate – ha specificato ancora il sindaco - Sulla base di questo non serve rivelare altri dati: i contatti stretti sono stati da subito identificati, controllati e le poche persone che ne hanno necessitato sono già in isolamento, controllate due volte al giorno. Il tema importante è l’estrema vicinanza con la persona contagiata». La condizione che fa scattare i protocolli di sicurezza dell’Ats.

Dopo aver sottolineato l’importanza delle regole base d’igiene, come lavarsi spesso le mani e stare a una distanza di sicurezza dalle altre persone, e l’invito a non farsi prendere da preoccupazioni in più rispetto ai giorni precedenti, un appello importante.

L’invito del sindaco, anche sullo spunto di diverse persone che si sono rivolte al Comune, è di prendersi cura in particolar modo delle persone più anziane: «Più persone hanno scritto mettendosi a disposizione – ha detto – Riscopriamo il buon vicinato, proviamo ad aiutarci a vicenda».

IL VIDEO


© RIPRODUZIONE RISERVATA