Coronavirus, la proposta dei sindacati: ipermercati e supermercati chiusi a Pasqua e Pasquetta
In fila al supermercato

Coronavirus, la proposta dei sindacati: ipermercati e supermercati chiusi a Pasqua e Pasquetta

I sindacati a livello regionale chiedono di chiudere ipermercati e supermercati a Pasqua e Pasquetta per permettere al personale sotto pressione in queste settimane di passare due giorni con le loro famiglie, lasciando tempo per la sanificazione degli spazi

Pasqua e Pasquetta a casa per i lavoratori e le lavoratrici della grande distribuzione alimentare. È la richiesta che è stata avanzata da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltcs a livello regionale per garantire al personale un meritato riposo e la possibilità di sanificare adeguatamente gli ambienti di lavoro frequentati nche dai consumatori.

“ Le lavoratrici e i lavoratori sono da più di quattro settimane in prima linea ed in condizioni di grande difficoltà nel garantire a tutte le cittadine e a tutti i cittadini l’approvvigionamento di generi alimentari -spiegano i sindacati- Nonostante la paura per la propria salute e dei propri cari e le forti pressioni dovute all’assalto a volte insensato ai supermercati, hanno continuato con impegno e dedizione a svolgere un servizio fondamentale per tutti”.

Per questo si propone di garantire ai lavoratori domenica e lunedì con le loro famiglie: “È un giusto ringraziamento per quello che hanno fatto e continueranno a fare per tutti noi, oltre che un contributo alla gestione dell’emergenza. Mangiare tutti i giorni è essenziale, non lo è fare la spesa tutti i giorni e più volte al giorno”


© RIPRODUZIONE RISERVATA