Coronavirus, la  terapia intensiva dell’ospedale San Gerardo di Monza raccontata dalla tv svedese
Coronavirus Ospedale Monza Micalizzi per tv Svezia - foto Asst Monza

Coronavirus, la terapia intensiva dell’ospedale San Gerardo di Monza raccontata dalla tv svedese

Monza protagonista sulla televisione di Stato svedese nei giorni dell’emergenza coronavirus grazie a un servizio che ha raccontato il reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Gerardo, con i nuovi posti da poco realizzati.

Monza protagonista sulla televisione di Stato svedese nei giorni dell’emergenza coronavirus. Un servizio della Sveriges Television o SVT ha raccontato il reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Gerardo con i nuovi posti da poco realizzati. I giornalisti Christoffer Wendick e il fotografo Filip Huygens hanno accompagnato il dottor Giuseppe Foti, direttore di Terapia intensiva generale, e il direttore generale dell’Asst Monza Mario Alparone. Con loro anche il fotoreporter monzese Gabriele Micalizzi, che l’anno scorso era rimasto ferito in Siria e una volta in Italia era stato curato proprio in via Pergolesi. Le riprese sono state effettuate su autorizzazione della Regione Lombardia.

“L’idea è di mostrare al pubblico come la ASST di Monza sta affrontando l’emergenza sotto il punto di vista organizzativo e sanitario”, ha scritto l’azienda ospedaliera.

Coronavirus Ospedale Monza Micalizzi per tv Svezia

Coronavirus Ospedale Monza Micalizzi per tv Svezia

La tv svedese ha presentato così il reportage: “Per quattro settimane, il personale medico in Italia ha lottato in quella che viene descritta come una guerra contro il Coronavirus. Il corrispondente europeo di SVT Christoffer Wendick e il fotografo Filip Huygens hanno avuto l’opportunità unica di filmare una delle unità di terapia intensiva del Nord Italia”, quella del San Gerardo di Monza”. Poi il video, con l’avvertenza: contiene immagini forti. IL VIDEO È QUI (VAI)

Coronavirus Ospedale Monza Micalizzi per tv Svezia

Coronavirus Ospedale Monza Micalizzi per tv Svezia


© RIPRODUZIONE RISERVATA