Coronavirus, i dati dell’epidemia il 27 marzo: 1.948 positivi in Brianza (+198) e  339 nella sola Monza
Giulio Gallera nella diretta del 27 marzo

Coronavirus, i dati dell’epidemia il 27 marzo: 1.948 positivi in Brianza (+198) e 339 nella sola Monza

Sono ormai 1.948 le persone positive al coronavirus in Brianza (+198 rispetto a giovedì 26 marzo): a Monza sono cresciute di 31, arrivando a quota 339. I dati diffusi dalla Regione Lombardia.

Sono 1.948 le persone risultate positive in provincia di Monza e Brianza, aumentate di 198 rispetto al giorno precedente: lo ha detto l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, aggiornando i dati sull’epidemia nella serata di venerdì 27 marzo. Nella città di Monza sono 31 in più, quindi 339. Ieri la crescita era stata maggiore, con un aumento di cinquanta persone.

LEGGI gli aggiornamenti ora per ora del 27 marzo

In totale sul territorio lombardo i positivi sono arrivati a 37.298, cioè 2.409 in più di quanti registrati giovedì 26 marzo. Gli ospedalizzati sono aumentati fino a 11.173, che sono 456 in più del giorno precedente mentre sono arrivati a quota 8.001 i dimessi, vale a dire +200. In terapia intensiva sono 1.292, + 29, mentre i decessi sono ancora tanti: 541 in un giorno, cioè 5.402 in totale. «Sono in calo gli accessi al pronto soccorso - ha detto Gallera come nota positiva - A Lodi per la prima volta dall’inizio dell’epidemia sono maggiori quelli non-covid di quelli covid. Possiamo dire in generale che negli ospedali si inizia a tirare un po’ il fiato».

«Si commettono errori? Certo, ma stiamo dando il massimo perché tutto questa ondata di difficoltà e dolore possa trovare una risposta positiva» ha aggiunto Gallera, partire da quei territori che sono ancora ri più colpiti: nella provincia di Bergamo + 608 (totale 8.006), Brescia +374, Como +374, Cremona +126, Lecco +51, Milano +574 (+261 nella sola città capoluogo).

La Regione nella diretta della serata ha anche diffuso un video di Carlo Gaeta, il giornalista monzese ammalato di covid e ricoverato a Legnano: il mio è un «messaggio di speranza per tutti - ha detto - Capisco che le difficoltà sono tante e notevoli, ma la sanità della Lombardia in tutti i minuti sta facendo del suo meglio. Spero di essere un piccolo elemento di speranza».


© RIPRODUZIONE RISERVATA