Coronavirus: dal Gruppo Cap 1 milione di euro per comuni e ospedali della Brianza
Erogazione del Gruppo Cap

Coronavirus: dal Gruppo Cap 1 milione di euro per comuni e ospedali della Brianza

A sostegno di tutti i 41 comuni della provincia gestiti e degli ospedali pubblici del territorio. L’iniziativa raccoglie l’invito del decreto Cura Italia, che incentiva le erogazioni liberali volte a finanziarie gli interventi per la gestione dell’emergenza.

Un milione di euro: tanto il Gruppo Cap, gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, erogherà a sostegno di tutti i 41 comuni della provincia gestiti e degli ospedali pubblici del territorio. L’iniziativa raccoglie l’invito del decreto Cura Italia, che incentiva le erogazioni liberali volte a finanziarie gli interventi per la gestione dell’emergenza epidemiologica in favore, tra gli altri soggetti, di amministrazioni pubbliche statali, regionali e locali, enti pubblici non economici (Stato, regioni, enti locali territoriali, enti o istituzioni pubbliche, fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro).

“Per conto di tutti i Sindaci MB ringrazio il Presidente Cap Alessandro Russo per la straordinaria generosità anche verso i Comuni della Brianza che dimostra grande senso di responsabilità sociale» ha detto il Presidente della Provincia MB Luca Santambrogio. Ai 41 Comuni MB le risorse sono state distribuite in base al numero degli abitanti con una logica proporzionale con l’obiettivo di destinarli alle risposte immediate ai bisogni della cittadinanza.

Ecco i fondi destinati comune per comune: ad AGRATE BRIANZA 34.225,58 €; AICURZIO 4.599,10 €; BARLASSINA 15.401,29 €; BELLUSCO 16.270,21 €; BERNAREGGIO 24.595,11 €; BESANA BRIANZA 34.080,76 €; BOVISIO MASCIAGO 37.154,88 €; BRIOSCO 13.336,52 €; BRUGHERIO 76.938,44 €; BURAGO DI MOLGORA 9.316,70 €; BUSNAGO 14.887,84 €; CABIATE 16.441,36 €; CAMPARADA 4.730,76 €; CAPONAGO 11.363,91 €; CARNATE 16.096,86 €; CAVENAGO DI BRIANZA 16.151,72 €; CERIANO LAGHETTO 14.420,47 €; CESANO MADERNO 85.904,06 €; COGLIATE 18.716,77 €; CONCOREZZO 34.462,56 €; CORNATE D’ADDA 23.695,48 €; CORREZZANA 6.655,10 €; LAZZATE 17.046,96 €; LENTATE SUL SEVESO 34.892,63 €; LESMO 18.727,74 €; LIMBIATE 76.914,30 €; MEDA 51.568,76 €; MEZZAGO 9.871,84 €; MISINTO 12.281,10 €; NOVA MILANESE 51.595,09 €; ORNAGO 11.210,31 €; RENATE 8.847,13 €; RONCELLO 10.433,56 €; RONCO BRIANTINO 7.686,38 €; SEVESO 52.071,24 €; SULBIATE 9.509,79 €; TRIUGGIO 19.302,63 €; USMATE VELATE 22.655,41 €; VAREDO 29.832,73 €; VEDANO AL LAMBRO 16.627,87 €; VEDUGGIO CON COLZANO 9.479,07 €.


© RIPRODUZIONE RISERVATA