Coronavirus,   da Monza e Brianza l’aiuto compiti via webcam per sostenere l’ospedale di Bergamo: ecco “Donazioni a Ripetizione”
Un collegamento per una lezione digitale - foto d’archivio

Coronavirus, da Monza e Brianza l’aiuto compiti via webcam per sostenere l’ospedale di Bergamo: ecco “Donazioni a Ripetizione”

Undici ragazzi di Monza e della provincia hanno avviato “Donazioni a Ripetizione” un servizio di ripetizione e aiuto compiti in diverse materie via webcam: ogni lezione è una donazione a Cesvi per l’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Bastano una webcam e una materia da migliorare. E poi contattare i ragazzi delle “Donazioni a ripetizione” per un aiuto in cambio di una donazione all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo attraverso la raccolta fondi di Cesvi.
L’idea è venuta a undici ragazze e ragazzi di Monza e Provincia. Giacomo, Ricardo, Letizia, Michele, Erika, Nicola, Irene, Filippo, Andrea, Riccardo e Mauro hanno pensato a come rendersi utili durante i giorni dell’emergenza Coronavirus in cui tutti sono caldamente invitati a restare a casa. E la risposta è arrivata dai loro studi.
«In un momento di difficoltà come questo abbiamo cercato un modo per poter fare la nostra parte: da qui è venuta fuori l’idea di “Donazioni a Ripetizione”. Mettendo insieme i nostri diversi ambiti di studio e la nostra esperienza nell’educazione dei ragazzi riusciamo a offrire un servizio completo di ripetizioni e aiuto compiti via webcam», scrivono nella presentazione.

«Non vogliamo essere pagati ma chiediamo in cambio una donazione (minimo 10 euro per ogni ora) all’ospedale di Bergamo, uno dei più colpiti da questa emergenza, tramite il link di Cesvi».
Offrono ripetizioni di: Matematica, Fisica, Scienze, Inglese, Spagnolo, Tedesco, Italiano, Latino, Greco, Storia, Filosofia, Geografia, Storia dell’arte, Diritto, Economia. Per informazioni e richieste occorre contattare la mail donazioniaripetizione@gmail.com

I ragazzi si presentano sulla pagina facebook Donazioni a Ripetizione (clicca qui), la raccolta fondi è alla pagina di Cesvi su Gofundme.com (clicca qui).


© RIPRODUZIONE RISERVATA