Cogliate, rapinato e preso a sberle

Picchiato in casa per 200 euro

Cogliate, rapinato e preso a sberle  Picchiato in casa per 200 euro

La scusa era credibile: consegnare dei fiori. Ma quando l’uomo, 80enne di Cogliate, è andato verso la porta di casa si è trovato davanti due rapinatori. Che l’hanno aggredito, preso a sberle e sono scappati con 200 euro. A poche ore dall’episodio di Lentate.

La scusa era credibile: consegnare dei fiori. Ma quando l’uomo, 80enne, è andato verso la porta di casa si è trovato davanti due rapinatori. È successo lunedì a Cogliate, verso l’ora di pranzo. I due hanno suonato in via delle Primule, all’ingresso si è presentata la colf e sciorinando la scusa dei fiori si sono introdotti in casa.

Poi è stata una scena di ordinaria violenza: coperti da guanti e passamontagna, ma non armati, i rapinatori hanno spintonato la domestica, hanno aggredito il padrone di casa e hanno chiesto subito della cassaforte.

L’80enne ha fatto presente di non poterla aprire, perché rotta, ed è stato preso a sberle. Alla fine, i rapinatori si sono accontentati di rubare i soldi trovati in casa, in tutto circa 200 euro, e alcuni gioielli. Poi sono scappati velocemente, senza lasciare traccia. Lanciato l’allarme sul posto sono intervenuti i carabinieri. Il pensionato è stato medicato in ospedale e dimesso con prognosi di cinque giorni.

Solo il giorno prima a Copreno di Lentate un altro pensionato era stato picchiato e rapinato in casa. In quel caso è stato legato e imbavagliato nel box della sua villa (leggi la notizia).


© RIPRODUZIONE RISERVATA