Cesano Maderno: festa alla rsa Groane per i 106 anni del medese Riccardo Proserpio - VIDEO
Cesano Maderno: 106 anni festeggiati dal medese Riccardo Proserpio (Foto by Cristina Marzorati)

Cesano Maderno: festa alla rsa Groane per i 106 anni del medese Riccardo Proserpio - VIDEO

VIDEO - È un orgoglio tutto medese Riccardo Proserpio, ospite della residenza per anziani “Groane” al Villaggio Snia di Cesano Maderno: domenica 26 aprile ha compiuto 106 anni.

È sopravvissuto a due guerre, alla Spagnola, alla grande crisi del 1929 e ora, nel 2020, nei giorni della pandemia di Coronavirus festeggia 106 anni. È un orgoglio tutto medese Riccardo Proserpio, detto ”Ul regin de i regit”, il super nonno ospite della residenza per anziani “Groane” al Villaggio Snia di Cesano Maderno.
Domenica 26 Aprile ha tagliato una torta per festeggiare il compleanno ultracentenario. Niente candeline accese su cui soffiare per le disposizioni per il contenimento del virus. Lui è in salute. Il super bisnonno di Alessandro e Giulia, figli del nipote Pietro, è in un nucleo della residenza dove non ci sono casi sospetti, ma nella Rsa i Covid positivi sono 15 e 4 i deceduti.

Proserpio è arrivato alle “Groane” il 5 marzo. «Negli ultimi due anni ha perso molta autonomia – sottolinea il figlio Gianpaolo – È su una sedia a rotelle, le badanti faticavano ad alzarlo e da qui la scelta della residenza». Da dove i familiari hanno sue notizie via tablet causa virus: «È il primo compleanno che non trascorriamo insieme. Quello dei cent’anni l’avevamo festeggiato in Villa Traversi».
Riccardo Proserpio è un’istituzione a Meda: diventato infermiere dopo la guerra, lavorava all’ospedale “Fatebenefratelli”, poi ha proseguito nello stesso ruolo alla “Montecatini” di Milano-Bovisa, è stato autista e barelliere per l’Avis di Meda e ha garantito il medesimo servizio come massaggiatore-infermiere volontario per 20 anni al “Calcio Meda”. Nato il 26 aprile del 1914 nella curt del Brengugnun, in centro in zona chiesa, figlio unico, il signor Riccardo ha sempre aiutato la famiglia: in estate come contadino e il resto dell’anno come falegname, mestiere imparato dal padre e dagli zii.

Per il suo compleanno alle “Groane” oltre alla torta, per la precisione erano due, non sono mancati gli auguri degli altri ospiti, tutti a debita distanza, un regalo e il brindisi. Ai familiari è stato inviato anche un video di festa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA