Cesano Maderno: 40 giorni di lavori sul ponte della Milano-Meda, possibili disagi
Il ponte di Cesano Maderno

Cesano Maderno: 40 giorni di lavori sul ponte della Milano-Meda, possibili disagi

Serviranno 40 giorni di lavori per mettere al sicuro il ponte della Milano-Meda a Cesano Maderno: il programma del doppio cantiere fissato dalla Provincia.

Servirà oltre un mese di tempo per sistemare il ponte della Milano-Meda che a Cesano Maderno collega le vie San Carlo Borromeo e Beato Angelico. È un nuovo capitolo dell’operazione Ponti sicuri varata dalla Provincia di Monza e Brianza, che ha investito in questo cantiere 200mila euro.

L’inizio dei lavori previsto per lunedì 26 aprile. «Continuiamo ad investire sulla sicurezza dei nostri manufatti con un piano costante e continuato nel tempo - ha detto il presidente Luca Santambrogio - . Anche questo ponte, come quello di Bovisio Masciago, è destinato ad essere abbattuto in riferimento alla progettualità della tratta B2 di Pedemontana e in attesa che si definisca il quadro della realizzazione dell’opera la Provincia ha il compito di garantirne le condizioni di fruibilità».

I lavori prevedono l’attivazione di due cantieri notturni e diurni che coinvolgeranno la viabilità superiore della Milano – Meda e le viabilità comunali inferiori lungo via San Carlo Borromeo e via Beato Angelico. Il cantiere superiore sarà a bordo strada e garantirà la circolazione su entrambe le corsie di marcia verso Como e verso Milano, con la riduzione della velocità a 70 km all’ora: saranno realizzate, prima su un lato e poi sull’altro in 30 giorni totali, le nuove banchine laterali, canalette per la dispersione dell’acqua piovana, dissuasori di sosta per i mezzi pesanti.

Il cantiere sulla viabilità comunale sarà quello destinato al consolidamento e al risanamento del ponte: serviranno 40 giorni. “Nel dettaglio, le lavorazioni di ripristino comporteranno l’asportazione di materiale friabile con idrolavaggio ad alta pressione, trattamento armature, ricostruzione intonaci con malte rinforzate e applicazione di pellicole impermeabilizzanti”.

La Provincia prevede disagi alla viabilità locale, per la necessità di dover approntare aree di cantiere per gli spazi di manovra a operai e mezzi.

SP ex SS n. 35 (lavori in notturna)
Le notti di lunedì 26 su martedì 27 e di martedì 27 su mercoledì 28 (dalle 21 alle 6): chiusura tratto ascendete (dir. Como) SP ex SS n. 35 tra Cesano e Seveso, con uscita obbligatoria n. 10 “Cesano Maderno” e successivo rientro su SP ex SS n. 35 allo svincolo di Seveso (percorrendo itinerario alternativo lungo viabilità comunali), per allestimento cantiere superiore lungo la banchina destra.

Da mercoledì 28: limitazione velocità 70 km/h lungo il tratto corrispondente al ponte P16, per presenza cantiere lungo la banchina destra (dir. Como). Il cantiere si protrarrà per circa 15 giorni, dopodiché, tramite successive chiusure notturne, verrà smobilitato e spostato lungo la banchina sinistra (dir. Milano).

Vie comunali inferiori San Carlo Borromeo e Beato Angelico (lavori in diurno)
Da lunedì 26: allestimento cantiere inferiore nella porzione centrale non interessata dal traffico.

Da martedì 27: interdizione al traffico tratto comunale di via Beato Angelico sotto al ponte, con deviazione del traffico residenziale su via San Carlo e Sant’Agostino, per permettere l’inizio delle attività di idrolavaggio delle superfici degradate. La chiusura si protrarrà per circa 15 giorni, dopodiché verrà approntato il senso unico alternato regolato da semaforo lungo il tratto di via San Carlo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA