Cesano, il Versari terzo al challenge nazionale di educazione finanziaria
Versari premiato da Findomestic

Cesano, il Versari terzo al challenge nazionale di educazione finanziaria

Il Versari di Cesano Maderno è arrivato terzo al challenge nazionale di educazione finanziaria organizzato da Findomestic. Hanno programmato un assistente vocale capace di aiutare gli anziani nelle principali questioni finanziarie

Ha vinto il liceo classico Ariosto di Ferrara, ma il Versari di Cesano Maderno ha tenuto alto il nome della Brianza arrivando terzo. Il podio, premiato a Firenze, è quello della sesta edizione di Findomestic Camp, challenge nazionale di educazione finanziaria che chiude il progetto di cultura del risparmio PerCorsi Young promosso in 909 istituti scolastici di tutta Italia dalla società di credito al consumo del Gruppo BNP Paribas.

Erano 46 i ragazzi in gara - provenienti da Roma, Benevento, Portici, Cesano Maderno, Rutigliano, Roccella Ionica, Ferrara e Firenze - selezionati al termine di un percorso formativo sviluppato in sinergia con La Fabbrica, agenzia di comunicazione specializzata in progetti educativi. I finalisti sono stati invitati a elaborare una strategia per una campagna educational in grado di avvicinare la generazione analogica al mondo del digitale e alle nuove tecnologie.

Il team tutto al femminile del liceo Ariosto di Ferrara si è affermato grazie al progetto “Abolire il Digital Divide”, incentrato su una carta prepagata destinata agli utenti della terza età, utilizzabile ovunque tramite un’app e protetta dalla supervisione da remoto di un parente. E per il Pin, poco amato dalla generazione dei capelli d’argento, nessun problema: basta l’impronta digitale.

Gli allievi dell’I.P.S.S.A.R. Iris Versari di Cesano (che erano già arrivati secondo nella scorsa edizione) hanno programmato un assistente vocale capace di aiutare gli anziani nelle principali questioni finanziarie: una sorta di Alexa per senior che può rispondere a quesiti come “Che cos’è l’nfc?” e “Puoi controllare il mio estratto conto?”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA