Cem Ambiente ancora contro i rifiuti abbandonati sulle provinciali:  già 4mila chili raccolti
Villasanta rifiuti sp60 - foto d’archivio

Cem Ambiente ancora contro i rifiuti abbandonati sulle provinciali: già 4mila chili raccolti

Riparte per altri tre mesi di sperimentazione il progetto di Cem Ambiente contro i rifiuti abbandonati sulle strade provinciali e dal 4 marzo sono già stati raccolti 4mila chilogrammi in quattro giorni. Dopo il primo test tra ottobre e dicembre erano stati 74mila.

Riparte per altri tre mesi di sperimentazione il progetto di Cem Ambiente contro i rifiuti abbandonati sulle strade provinciali. Dopo il primo test tra ottobre e dicembre, dal mese di marzo tornerà in pista la ricognizione effettuata da due mezzi ognuno con un team di tre persone per la pulizia dei tratti di provinciali e intercomunali di tutto il bacino maggiormente soggetti ai fenomeni di abbandono. Da lunedì a sabato, sei giorni su sette. Come nei primi tre mesi, per la zona nord la partenza è da Brugherio; per la zona sud da Liscate. Obiettivo resta la pulizia e rimozione delle discariche individuate. “Successivamente il passaggio di controllo ed eventuale rimozione di nuovi rifiuti, anche con utilizzo delle spazzatrici, per un monitoraggio e una pulizia costanti su tutta la rete provinciale”, spiega una nota del Cem.

LEGGI Rifiuti, la sentinella della Sp 60 monitora e segnala le discariche abusive ai bordi delle strade (aprile 2018)

Nei primi tre mesi sono stati raccolti 74mila chilogrammi di rifiuti. La pulizia di Cem sulle strade extraurbane ad alta percorrenza e sulle piazzole di sosta è iniziata lunedì 4 marzo 2019. Nei primi 4 giorni di attività, gli operatori di Cem hanno già rimosso oltre 4mila chilogrammi di rifiuti abbandonati.

LEGGI Rifiuti abbandonati in mezza Brianza: Monza e il caso Sp6, Carate e Briosco indagano e multano (maggio 2018)

“Dopo la prima fase di sperimentazione – spiega l’amministratore unico di Cem Ambiente Antonio Colombo – ci siamo resi conto dell’importanza di questo progetto che risponde a un’esigenza concreta e molto sentita dai nostri Comuni e da molti cittadini. Purtroppo il dato che emerge è che c’è molta inciviltà e maleducazione perché, anche trovando pulito, molte persone si fermano e gettano rifiuti che possono essere smaltiti tranquillamente in tutti i nostri comuni con il regolare servizio di raccolta porta a porta oppure portati direttamente nelle piattaforme ecologiche. Il lavoro di sensibilizzazione al rispetto dell’Ambiente è tanto e lungo, e deve affiancare la pulizia che stiamo riproponendo in questi mesi”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA