Celebrazioni: il 4 novembre a Monza e in Brianza a 100 anni dalla fine della Grande Guerra
MONZA MONZA CELEBRAZIONI IV NOVEMBRE (Foto by Radaelli Fabrizio)

Celebrazioni: il 4 novembre a Monza e in Brianza a 100 anni dalla fine della Grande Guerra

Un 4 novembre speciale, che celebra i 100 anni dalla fine della Prima guerra mondiale. I programmi nei principali centri di Monza e Brianza: a Vimercate chiamati in causa i coetanei odierni dei caduti di allora, a Triuggio i bambini sfilano vestiti del tricolore.

Letture sceniche e concerti arricchiranno il calendario delle celebrazioni ufficiali della Giornata nazionale dell’Unità d’Italia e delle Forze armate a Monza. Gli appuntamenti promossi dal Comune in collaborazione con la Prefettura e le associazioni dei combattenti consentiranno ai monzesi anche di apprezzare alcuni lavori dedicati alla Prima guerra mondiale dagli studenti che hanno svolto importanti ricerche sui giovani militari partiti per il fronte cento anni fa e che, nella maggior parte dei casi, sono morti in battaglia.

Sabato 3 novembre partirà la Marcia della Vittoria che attraverso otto percorsi toccherà tutti i monumenti ai Caduti della Provincia di Monza e renderà omaggio alle vittime del conflitto. Si conclude domenica in città.

Domenica 4, anniversario dell’armistizio di Villa Giusti che ha segnato la fine del conflitto, le celebrazioni ufficiali si protrarranno per buona parte della mattinata: come da tradizione saranno aperte alle 9 dalla messa nella cappella del cimitero di via Foscolo e dal successivo omaggio al campo dei Caduti di tutte le guerre. I rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni si sposteranno poi in piazza Garibaldi da dove, tempo permettendo, alle 10.30 partirà la sfilata che raggiungerà piazza Trento e Trieste dove si congiungerà con la Marcia della Vittoria.

Le iniziative proseguiranno alle 15.30 con il concerto e le letture sceniche eseguite dalla Banda di Sant’Albino San Damiano sulla scalinata del Monumento ai Caduti: in caso di pioggia l’evento si terrà nella chiesa di San Pietro Martire di via Carlo Alberto.
Giovedì 8 novembre, alle 11 al Manzoni, gli studenti potranno assistere allo spettacolo “Palle Girate e altre storie – Dietro le quinte della Grande Guerra” di Michele D’Andrea proposto dalla Prefettura. Lunedì 12, alle 16 alla elementare Dante, l’Unuci organizzerà una cerimonia in ricordo del tenente Raffaele Merelli, insegnante e Medaglia d’oro al Valor militare.

Vimercate

Vimercate

Vimercate. Un 4 novembre speciale a Vimercate dove le celebrazioni ufficiali per il 100° anniversario della fine della Grande Guerra avranno la partecipazioni di testimoni d’eccezioni. Ci saranno anche quei vimercatesi, ragazzi tra i 18 e i 40 anni circa, che nei mesi scorsi hanno ricevuto una particolare lettera spedita dal sindaco che li informava che, da una ricerca svolta incrociando i dati dell’anagrafe comunale con i nomi dei concittadini presenti nel registro dei caduti della I Guerra Mondiale, risultavano essere nati lo stesso giorno e mese di giovani di Vimercate che un secolo fa partirono per il fronte e non tornarono più. Erano coetanei, anche loro tra i 18 e 40 anni chiamati a combattere e caduti a conflitto, di coloro che domani alla stessa età, per un imprevedibile coincidenza della storia, sono chiamati a ricordarli esattamente 100 anni dopo.
L’iniziativa dei testimoni vimercatesi a 100 anni di distanza è stata curata dal Comune con il gruppo di Vimercate degli Alpini e sarà uno degli elementi speciali del cuore della cerimonia di domani quando, alle 10 a Palazzo Trotti si terrà la commemorazione della Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate e ci sarà la consegna delle medaglie ai parenti dei caduti vimercatesi.

Il programma ufficiale di quest’anno per la celebrazione del centenario del IV Novembre avrà delle variazioni rispetto al percorso tradizionale svolto negli anni passati. Il ritrovo è alle 8.45 in piazza del Linifico (area ex-Bassetti) con le autorità, il Civico Corpo Musicale e le associazioni patriottiche e di volontariato che guideranno il corteo che partirà alle 9 per arrivare alle 9.45 in piazza Unità d’Italia dove ci sarà l’omaggio ai caduti di tutte le guerre davanti al monumento. Alle 10 nel Palazzo Comunale si terrà la commemorazione e la cerimonia, mentre alle 11.30 sarà celebrata la messa in suffragio ai caduti nel santuario della Beata Vergine del Rosario. C’è stato qualche malumore in alcuni gruppi di reduci per il cambio del programma che non ha previsto quest’anno il passaggio ai monumenti ai caduti presenti nelle frazioni, ma il Comune segnala che ai cippi di Velasca, Oreno, Ruginello e Vimercate saranno deposte corone e fiori.

Il coro popolare “Città di Vimercate” organizza per domenica alle 16.30 il concerto “100° anniversario della vittoria prima però c’è stata la guerra” al teatro di Oreno con le voci narranti Guido Fumagalli e Giorgio Brambilla e la realizzazione tecnica di Sergio Scaccabarozzi

Vimercatese. Una medaglia per onorare la memoria dei caduti in battaglia nel corso della grande guerra. È questo quanto verrà consegnato alle famiglie dei caduti di Aicurzio, Bernareggio e Sulbiate, direttamente dal Prefetto di Monza Giovanna Vilasi. La cerimonia, organizzata dal gruppo alpini di Bernareggio proprio in occasione della festa del 4 novembre e del centenario della fine della Prima Guerra Mondiale, si terrà sabato sera alle 20.45 nel nuovo auditorium Europa di Bernareggio. Il giorno successivo invece ci sarà alle 10 l’inaugurazione del nuovo monumento ai caduti al palazzo Solera Mantegazza di via Dante e successivamente la messa alle 11.15.
Anche ad Aicurzio si celebreranno i caduti domenica mattina con la messa alle 11 ed il corteo per le vie del paese. A Carnate si celebrerà la ricorrenza con due appuntamenti, il primo alle 19 di sabato con una commemorazione al monumento dei caduti da parte degli alpini e domenica con corteo per le vie e messa alle 11. Anche ad Usmate ci saranno due giorni di appuntamenti. Sabato prima alle 19 con delle letture di A.n.a e poi alle 21 con il concerto del corpo musicale. Domenica dalle 9.30 dopo il ritrovo in municipio alzabandiera e il discorso del sindaco corteo verso i due cimiteri con omaggio ai caduti e santa messa. Chiuderà gli eventi Mezzago con il corteo nella mattinata di domenica a partire dalle 10 da piazza Libertà e dopo l’omaggio al monumento dei caduti si chiuderà con la santa messa alle 11.

Meda. Meda «In prima linea» per ricordare i cento anni della Prima Guerra Mondiale. Sabato 3 novembre, alle 11.30, all’Ossario ai Caduti (piazza Vittorio Veneto), saranno letti ad alta voce i nomi di tutti i 128 soldati medesi periti al fronte. Alle 21.15, nell’auditorium dell’Oratorio Santo Crocifisso (piazza del Lavoratore), sarà possibile ascoltare un concerto di arie e ricordi dal fronte, eseguito dal Corpo musicale Santa Cecilia. E il 4 novembre alle 10 a Villa Antona Traversi (piazza Vittorio Veneto) riaprirà al pubblico, per un solo giorno (10-12 e 14.30-16.30) il museo sui documenti storici raccolti da Giannino Antona Traversi, il «poeta soldato».

Sono circa 400 i reperti che si possono ammirare alla mostra «Meda, i medesi e la Grande Guerra» allestita dal 4 all’8 novembre in Comune a Meda. Tra i pezzi più preziosi, c’è un documento della Santa Sede, che comunica il decesso di un soldato. La famiglia venne a sapere della morte solo sei mesi più tardi. Poi una grande elica di legno di un aereo della Prima Guerra Mondiale, al centro dell’aula consiliare, costruita da un’azienda del mobile di Meda, che dal 1915 al 1918 era stata riconvertita in azienda bellica. E alle pareti le cartoline che i soldati spedivano dal fronte. Come quella del soldato Carlo Orsi, che scriveva: «Cara moglie, fai pregare per me le bambine, in modo che possa rivedervi presto». Non tornò mai più.

Lissone. Celebrazioni per il 4 novembre: sabato 3, alle 16, nella sala della biblioteca, concerto multimediale “Il violino del soldato” promosso da Comune e Anpi Lissone; domenica 4, alle 8, messa a Bareggia e commemorazione al monumento dei Caduti; alle 10, corteo in piazza IV Novembre a Lissone, seguiranno omaggio ai monumenti. Alle 10.40, messa nella chiesa in piazza Maria Bambina, omaggio al cimitero e celebrazioni in Comune.

Desio. Il comune di Desio celebra, sabato 3 e domenica 4 novembre, il ricordo della fine della Grande Guerra nel centenario dell’armistizio. «Ricordiamo la guerra per costruire la pace» dice il sindaco Roberto Corti. Il ricordo del «Quattro Novembre», promosso in collaborazione con l’«ANCRS» («Associazione Nazionale Combattenti, Reduci e Simpatizzanti») , si apre sabato con la visita al Forte Montecchio Nord, sopra Colico, la fortezza della prima guerra mondiale meglio conservata in Europa. Domenica si comincia alle 9 con la deposizione di una corona d’alloro al Monumento dei Caduti in via Fratelli Cervi. Alle 9.15 partirà il corteo che, attraverso corso Italia, via Diaz e viale Rimembranze, raggiungerà il Cimitero per la deposizione della corona d’alloro al Sacrario dei Caduti e la Santa Messa. Alle 10.15 trasferimento in pullman per le frazioni San Carlo, San Giuseppe, San Giorgio, San Vincenzo, Cascina Bolagnos e il Comando dei Carabinieri, dove sarà reso omaggio ai caduti.

Alle 16 inaugurazione della mostra fotografica dei soldati desiani nell’atrio del Municipio. La «due giorni» si concluderà al Teatro Il Centro alle 21.15 con lo spettacolo teatrale «Oltre il monte, oltre il fiume», messo in scena da «Arden. Luogo del possibile» (ingresso libero).

Seregno . Le manifestazioni del 4 novembre si svolgeranno tutte domenica. Inizieranno alle 8.15, con la deposizione di una corona d’alloro al monumento ai Caduti di San Carlo e subito dopo alla lapide di viale Tiziano. Alle 9.45, messa in basilica san Giuseppe con tutti i corpi e associazioni d’arma, a cui seguirà i corteo per le vie del centro città e la deposizione di una corona al monumento di piazza Vittorio Veneto, quindi al monumento degli autieri di via Montello e al Sacrario e al Famedio del camposanto di via Reggio.

Triuggio. I bambini di Triuggio vestono i colori della bandiera. Domenica 4 novembre Triuggio e i suoi abitanti, grandi e piccoli, renderanno omaggio ai soldati caduti. La deposizione delle corone di alloro inizierà a Canonica alla 8.50 quindi a Rancate (9.20) e Tregasio (9.45). La cerimonia proseguirà a Triuggio con la celebrazione della messa alle 11 e il corteo alle 11.45. Alla sfilata prenderanno parte gli alunni dell’istituto comprensivo, un centinaio di bambini vestiti di verde, bianco e rosso che raggiungeranno il Monumento ai caduti del capoluogo per l’alzabandiera. La mattinata di celebrazione si chiuderà coi discorsi delle autorità. Partecipano il Corpo musicale Santa Cecilia, il Gruppo Alpini Tregasio e l’Associazione nazionale Combattenti e Reduci.


© RIPRODUZIONE RISERVATA