Carate pensa a “parcheggi rosa” per aiutare donne in gravidanza e neomamme
Carate studia parcheggi rosa

Carate pensa a “parcheggi rosa” per aiutare donne in gravidanza e neomamme

A Carate hanno partorito l’idea di realizzare dei “parcheggi rosa” per aiutare le donne in stato di gravidanza o che hanno appena partorito.

Istituire “parcheggi rosa” in paese, “per facilitare la mobilità delle donne in gravidanza e delle neomamme con prole fino ad un anno di età”. La proposta è del gruppo consiliare della Lega di Carate Brianza: ha protocollato una mozione che verrà discussa nel prossimo consiglio comunale. Firmata dalla capogruppo Alessia Scotti, chiede la creazione dei “parcheggi rosa” in prossimità di negozi maggiormente frequentati, come supermercati e farmacie.

Alessia Scotti

Alessia Scotti

” Questo è un segnale di vicinanza sia simbolico sia pratico alle famiglie e un gesto di sostegno alla genitorialità, in quanto riconosciamo la natalità come valore sociale - comunica il Carroccio -. Spesso la ricerca di un parcheggio diventa estenuante in città, soprattutto davanti a strutture-servizio importanti e quindi destinare un posto a donne in gravidanza dimostra che siamo sempre vicini ai bisogni delle nostre cittadine”.
Nel documento, prosegue la Lega, si chiede “che venga apposta della segnaletica orizzontale (strisce rosa) e verticale (cartelli descrittivi dei parcheggi), inoltre chiediamo che venga istituito un tagliando/pass che confermi la titolarità di usufruire di questi parcheggi riservati, per evitare che i soliti “furbetti” se ne approfittino. Il nostro obiettivo è quello di agevolare la mobilità delle donne nell’ambito di una politica di sostegno alla famiglia e miglioramento della qualità della vita delle nostre cittadine caratesi”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA