Carabinieri nell’ufficio tecnico di Seregno, acquisite numerose  pratiche edilizie di privati
Il palazzo municipale di Seregno

Carabinieri nell’ufficio tecnico di Seregno, acquisite numerose pratiche edilizie di privati

Carabinieri di nuovo nell’ufficio tecnico comunale di Seregno martedì. Ad otto mesi di distanza dalla visita del sostituto procuratore della Repubblica di Monza Salvatore Bellomo, gli uomini dell’Arma sono tornati in via XXIV Maggio per acquisire la documentazione di alcune pratiche edilizie.

Carabinieri di nuovo nell’ufficio tecnico comunale di Seregno martedì. Ad otto mesi di distanza dalla visita del sostituto procuratore della Repubblica di Monza Salvatore Bellomo, che in marzo aveva messo a rumore il mondo politico locale, facendo emergere un’indagine per corruzione in merito all’area dell’ex Dell’Orto Autopulman di via Valassina, anche se non sono mai stati ufficializzati i nomi delle persone coinvolte, gli uomini dell’Arma sono tornati in via XXIV Maggio per acquisire la documentazione di alcune pratiche edilizie. La circostanza è stata confermata in serata in consiglio comunale, dopo che William Viganò, capogruppo del Partito democratico, forza più rappresentativa numericamente parlando dell’opposizione, ha avanzato nel merito un’interrogazione urgente.

«Non ero presente - ha risposto il vicesindaco Giacinto Mariani, in assenza del sindaco Edoardo Mazza e dell’assessore alla Pianificazione territoriale Barbara Milani -, ma so che i carabinieri, oggi come in altre occasioni, si sono presentati chiedendo copia di pratiche del settore edilizio». Da quel che è trapelato, la verifica ha riguardato gli incartamenti riferibili ad una serie di operatori privati: l’ammontare delle richieste e la corposità dei documenti ha impedito di assolvere completamente all’istanza nell’immediato, tanto che i militari torneranno sul posto per il ritiro tra qualche giorno. Andranno poi seguiti i possibili sviluppi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA