Campane fastidiose: multato il parroco di Villasanta

Campane fastidiose: multato il parroco di Villasanta

Le campane villasantesi sono troppo rumorose e il parroco don Ferdinando Mazzoleni è stato condannato a pagare 200 euro di sanzione pecuniaria. Una famiglia chiede anche 35mila euro di risarcimento, soldi spesi per insonorizzare la loro abitazione.

Le campane villasantesi sono troppo rumorose e il parroco don Ferdinando Mazzoleni è stato condannato a pagare 200 euro di sanzione pecuniaria. La vicenda (finita anche in tv su “Striscia la notizia”) ha alle spalle una lunga storia di dissidi tra il sacerdote della chiesa Sant’Anastasia e alcuni residenti nelle vicinanze della parrocchia che si lamentano per il suono del campanile. Dopo lunghe discussioni tra le parti che hanno coinvolto anche il Comune, i privati hanno fatto ricorso al tribunale di Monza presentando una causa penale e una civile.

Nei giorni scorsi il gip ha ritenuto per quanto concerne la vicenda penale di comminare a don Ferdinando 300 euro di multa scontato poi a 200 (in base all’articolo 62 bis del codice penale, che prevede delle attenuanti generiche per il condannato). Dopo questa sentenza di primo grado gli stati d’animo tra le parti in causa sono completamente opposti.

«Giustizia è fatta» dicono i residenti. Mentre don Ferdinando è a dir poco furente: «Questa situazione è assurda e incredibile perché i ricorrenti si sono impuntati sul suono del carillon che da un anno suona solo ed esclusivamente alle 12 e alle 19, quindi già di per sé non vedo il motivo di disagio – ha dichiarato il pastore della comunità villasantese -. Inoltre non capisco come il giudice possa condannarmi senza aver fatto delle analisi con tecnici da lui nominati e non scelti da chi ci ha fatto causa». Il sacerdote dal canto suo non è stato a guardare e attraverso i suoi avvocati ha fatto ricorso e a ottobre ci sarà un’udienza.

Don Ferdinando insieme al Comune però si deve guardare anche dalla causa civile intentata dai due coniugi che chiedono il risarcimento di 35mila euro per insonorizzare le pareti della casa (causa campane). «Chi ha imposto a quei signori di spendere quei soldi per insonorizzare l’abitazione?» ha concluso il parroco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA