Calano in Lombardia gli infortuni sul lavoro: bene la zona di Milano-Monza-Lodi
I soccorsi per un infortunio sul lavoro in Brianza

Calano in Lombardia gli infortuni sul lavoro: bene la zona di Milano-Monza-Lodi

La battaglia contro gli infortuni lavorativi non è ancora stata vinta, ma il fenomeno in Lombardia segna comunque una diminuzione. Nel 2015 nella nostra regione sono stati registrati 116mila infortuni: il calo, rispetto al 2014, è del 4%.

La battaglia contro gli infortuni lavorativi non è ancora stata vinta, ma il fenomeno in Lombardia segna comunque una diminuzione. Nel 2015 nella nostra regione sono stati registrati 116mila infortuni: il calo, rispetto al 2014, è del 4%. La Lombardia e l’area delle province di Milano, Lodi, Monza e Brianza sono tra le più attente nel settore della salute e della sicurezza sul lavoro: qui gli infortuni corrispondono, rispettivamente, al 18% e al 7% sul totale complessivo del Paese (390.690 nel 2015 nel settore industria e servizi). L’argomento è stato discusso di recente nella sede di Assolombarda, durante il convegno «La salute e sicurezza sul lavoro come driver di competitività territoriale». «Imprese e lavoratori sono chiamati a raccogliere le sfide legate alla sicurezza sul lavoro – ha sottolineato Mauro Chiassarini, vice presidente di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza con delega a lavoro e occupazione –. Le strategie comunitarie 2014-2020 rimarcano l’importanza per i prossimi anni di un approccio sempre più condiviso e capace di coniugare il lavoro che cambia alle logiche di prevenzione. In questa direzione nel 2013, nell’ambito del Piano Strategico Far Volare Milano, abbiamo promosso il progetto Sicurezza al centro per favorire una cultura manageriale della prevenzione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA