Brugherio, sgombero all’alba: sfrattata famiglia abusiva e terreno confiscato
Brugherio sgombero rom

Brugherio, sgombero all’alba: sfrattata famiglia abusiva e terreno confiscato

Sgombero all’alba in via San Maurizio al Lambro a Brugherio: su ordinanza dell’amministrazione comunale una famiglia rom che occupava un campo di proprietà è stata sfrattata e il terreno confiscato.

Sgombero all’alba in via San Maurizio al Lambro a Brugherio: su ordinanza dell’amministrazione comunale una famiglia rom che occupava un campo di proprietà dei nomadi ricoperto da baracche abusive è stata sfrattata e il terreno confiscato, liberata anche l’area di proprietà comunale che era stata occupata. L’intervento è stato messo in atto con le ruspe alla presenza anche di carabinieri della stazione locale con il supporto del battaglione Milano, polizia locale e dei tecnici di luce e gas.

Si tratta di un nucleo familiare composto da madre, padre (presente saltuariamente), tre figli di cui due minori e uno zio, oltre a tre cani. Non è la prima volta che viene realizzato un accampamento su aree di proprietà, ma agricole e tutelate dal Parco Media Valle del Lambro. Anche in passato dopo le intimazioni di eliminare gli abusi edilizi e i tempi scaduti, il Comune ha disposto la confisca.

Anche due anni fa, dopo le intimazioni di eliminare gli abusi edilizi e i tempi scaduti, il Comune aveva disposto la confisca. Contestualmente, la stessa sorte era toccata ad un’altra alla famiglia in un campo della stessa zona.

Il municipio aveva proposto la ricollocazione della sola donna con i due figli minori in un hotel della zona, soluzione rifiutata sia perché provvisoria, sia perché avrebbe smembrato la famiglia. La donna ha dichiarato sul posto di essere intenzionata da rimanere in una roulotte parcheggiata sul sentiero che porta al campo sgomberato, benchè priva di allacciamenti e servizi.

Brugherio sgombero rom

Brugherio sgombero rom


© RIPRODUZIONE RISERVATA