Brugherio: l’associazione ConFido lancia il progetto dei cani donatori di sangue
A Brugherio una nuova campagna a favore dei cani

Brugherio: l’associazione ConFido lancia il progetto dei cani donatori di sangue

Nuova campagna ideata e promossa in questi giorni dall’associazione ConFido in Brugherio: una rete di cani donatori che all’occorrenza possano mettere a disposizione gratuitamente il loro sangue, per aiutare un altro quattro zampe in difficoltà.

Una rete di cani donatori che all’occorrenza possano mettere a disposizione gratuitamente il loro sangue, per aiutare un altro quattro zampe in difficoltà. È la campagna ideata e promossa in questi giorni dall’associazione ConFido in Brugherio.
«Il cane donatore è un progetto meraviglioso che intendiamo presentare a tutti i proprietari di cani. Stiamo infatti raccogliendo i dati dei cani donatori, e dei loro padroni, per creare un lungo elenco di cani che con questo gesto potranno salvare delle vite», spiegano i volontari dell’associazione. Solo chi è proprietario di un cane che ha dovuto subire un intervento chirurgico lo sa: una singola sacca di sangue costa 250 euro, più ovviamente il costo dell’operazione.
«Quando i nostri cani stanno male oltre ad essere un dramma emotivo, diventa anche un onere economico gravoso». Ed ecco allora l’idea del registro dei donatori.

Tutti i cani possono essere donatori, purché rientrino in specifici parametri (proprio come succede per gli umani): devono pesare almeno 25 chili ed essere in buona salute.

«Chi vorrà partecipare a questa campagna dovrà sottoporre il proprio cane ad esami del sangue e se risulteranno idonei i cani verranno inseriti nel registro e contattati al momento del bisogno», continuano i referenti di ConFido.

Si creerà quindi un database in base ai gruppi sanguigni a cui potranno accedere solo i veterinari che aderiranno all’iniziativa. «Pensiamo che questo progetto possa aiutare molti cani in difficoltà, ma perché funzioni occorrono tanti cani donatori e padroni generosi». Per informazioni è possibile contattare direttamente l’associazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA