Brugherio: consegna a domicilio la verdura con la cocaina, arrestato un monzese
La cocaina sequestrata

Brugherio: consegna a domicilio la verdura con la cocaina, arrestato un monzese

Un 49enne pizzicato dai carabinieri della locale stazione durante un controllo per le misure Covid-19. In un grosso peperone i militari hanno trovato 100 grammi di stupefacente e altri 65 grammi di hashish nel negozio di ortofrutta a Cologno Monzese.

Con la scusa di consegnare a domicilio la verdura spacciava cocaina. Nella serata di giovedì 9 aprile a Brugherio, in viale Lombardia, i carabinieri della locale stazione, nell’ambito dei servizi e controlli per il rispetto delle misure anticontagio Covid-19, hanno arrestato in flagranza di reato un monzese 49enne residente a Cologno Monzese (Mi), commerciante ortofrutticolo.

L’hashish trovato nel negozio

L’hashish trovato nel negozio

Fermato dai militari a bordo di un veicolo attorno alle 20.30, l’uomo ha dichiarato di dover consegnare frutta e verdura. L’orario piuttosto insolito ha insospettito i carabinieri che hanno proceduto a un controllo più approfondito. Attraverso una perquisizione personale e veicolare hanno rinvenuto circa 100 grammi di cocaina, occultata all’interno di un grosso peperone. Da un ulteriore controllo presso il negozio di ortofrutta del commerciante, a Cologno Monzese, sono stati rinvenuti ulteriori 95 grammi di hashish in un seggiolino per bambini e di un bilancino di precisione.

Lo stupefacente è stato sequestrato e il 49enne, sanzionato anche per violazione alle prescrizioni imposte dal d.p.c.m. del 22 marzo 2020, è stato associato presso la casa circondariale di Monza, così come disposto dalla Autorità giudiziaria


© RIPRODUZIONE RISERVATA