Brianza: i negozi “In vetrina” grazie alla app, già 100 attività coinvolte

Brianza: i negozi “In vetrina” grazie alla app, già 100 attività coinvolte

“In vetrina” l’applicazione mobile ideata e realizzata da una giovane coppia di desiani, Filippo Giove e Sonia Pivetta, in collaborazione con il team di “Proteina Creativa” di Erba e Doadoa per avere a portata di click, sul proprio smartphone, tutti i negozi della zona.

Una app per avere a portata di click, sul proprio smartphone, tutti i negozi di Desio e dintorni. È “In vetrina” l’applicazione mobile ideata e realizzata da una giovane coppia di desiani, Filippo Giove e Sonia Pivetta, in collaborazione con il team di “Proteina Creativa” di Erba e Doadoa.

«La app è gratuita e serve come vetrina per i commercianti locali, che possono esporre i propri prodotti e ricevere ordini» spiega Sonia Pivetta.
«L’idea ci è venuta il giorno prima del lockdown – dice Filippo Giove – È uno strumento gratuito, a disposizione dei negozianti locali, che sono stati costretti a chiudere, e dei clienti».

LEGGI Commercio, i negozi di Monza e Brianza puntano al digitale: cosa sta succedendo (e dove)

In soli 3 giorni i due desiani, esperti di nuove tecnologie e di sviluppo mobile, hanno creato la App, scaricabile su cellulari e tablet, sia per i sistemi Android che Ios, e il sito dedicato.

«In questo periodo difficile puoi fare la differenza, aiutando un piccolo commerciante a sopravvivere – si legge nella presentazione - Come? Semplicemente ordinando dal suo negozio e prenotando i suoi prodotti».

In poco tempo, le adesioni si sono moltiplicate. Le attività commerciali hanno toccato quota 100 in una settimana dal lancio. Ciascun negoziante può presentare i propri prodotti e ricevere gli ordini da parte dei clienti: è una vera e propria vetrina virtuale. Ogni negozio può “caricare” il proprio logo, la descrizione e la fotografia dei prodotti.

«La App è a disposizione di tutti, anche di chi non ha dimestichezza col digitale. È uno strumento semplice. Ogni giorno cerchiamo di migliorarla».

Gli utenti possono scegliere la categoria di negozio di cui hanno bisogno, vedere i prodotti a disposizione e ordinarli. Possono passare direttamente nel negozio a ritirare l’ordine oppure chiedere la consegna a domicilio. Per il pagamento, possono accordarsi con il negoziante sulla modalità.

«Abbiamo già in mente future evoluzioni, se otterremo un buon riscontro – dicono i due giovani desiani - Ci auguriamo che, a prescindere da questo momento, i commercianti colgano l’opportunità di aprirsi anche al mondo online, per restare sempre più competitivi». Insomma, l’emergenza ancora una volta ha aguzzato l’ingegno: le nuove tecnologie vengono in soccorso a un’economia che paga lo scotto della diffusione del virus


© RIPRODUZIONE RISERVATA