«Basta code sotto il sole alla Posta», il sindaco di Briosco guida un presidio di protesta
Il sindaco di Briosco Antonio Verbicaro

«Basta code sotto il sole alla Posta», il sindaco di Briosco guida un presidio di protesta

Antonio Verbicaro dà appuntamento ai suoi cittadini lunedì mattina davanti all’ufficio postale di via Trieste. «Ho scritto a Poste Italiane, mi hanno risposto che per loro la situazione è nella norma ma io non lo posso accettare»

Brioschesi vs Poste Italiane. Lunedì mattina si sono dati appuntamento davanti all’ufficio postale di via Trieste per chiedere un miglioramento del servizio. A guidare i suoi concittadini il sindaco Antonio Verbicaro che già nella giornata di mercoledì, come sancito dall’Articolo 18 del Testo Unico in materia di Pubblica Sicurezza, ha avvisato del presidio questore e prefetto.

«Ho scritto a Poste Italiane due volte, il 10 giugno e poi il 3 luglio – ha spiegato il primo cittadino di Briosco – Mi hanno risposto che per loro la situazione è nella norma ma io non posso accettare che persone di ottant’anni nei prossimi giorni saranno costrette a stare in coda per ore sotto il sole per ritirare la pensione, ci sono comuni più piccoli del nostro dove gli uffici postali sono aperti cinque giorni la settimana, non capisco perché a Briosco l’apertura debba essere limitata a tre mezze giornata la settimana». Il presidio si terrà dalle 9.30 alle 11 lungo via Trieste, via Roma, via Pasino e piazza Della Chiesa: i partecipanti indosseranno la mascherina e staranno a un metro di distanza l’uno dall’altro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA