Bandiere a mezz’asta a Seregno per la scomparsa di Roberta Andres, dirigente del comprensivo Stoppani
Roberta Andres, 56 anni, dirigente del comprensivo Stoppani di Seregno (Foto Volonterio) (Foto by Paolo Volonterio)

Bandiere a mezz’asta a Seregno per la scomparsa di Roberta Andres, dirigente del comprensivo Stoppani

Roberta Andres, dirigente del comprensivo Stoppani, aveva 56 anni. Il ricordo delle colleghe.

Bandiere a mezz’asta e abbrunate sui pennoni dell’istituto comprensivo Stoppani di Seregno, che racchiude le primarie Cadorna e Stoppani e la media don Milani. Domenica pomeriggio 18 luglio,in un hospice in provincia di Pescara dov’era ricoverata per una malattia contro la quale lottava da tempo e che l’ha tenuta lontano da scuola nell’ultimo anno, si è spenta la dirigente Roberta Andres.

Il funerale si è celebrato martedì mattina, 20 luglio, nella chiesa parrocchia di Sant’Antonio da Padova di Pescara. Roberta Andres, 56 anni, ha lasciato il marito Simone, i figli Vincenzo e Flavia, il fratello Stefano.
La dirigente reggente Maria Grazia Fornaroli, a nome anche di tutto il personale del comprensivo, ha espresso il suo profondo dolore per la scomparsa della collega, e ha ricordato che: “La dirigente, che in servizio dal settembre 2019 , aveva saputo imprimere una guida appassionata, capace di creare legami significativi con il territorio, curando con competenza i rapporti con alunni e genitori e il lavoro quotidiano con i docenti e il personale tutto. Donna di cultura, esperta di letteratura, dedita alla scrittura aveva promosso interessanti progetti innovativi. Nei mesi più drammatici del Covid aveva interagito in modo costruttivo con le istituzioni e l’utenza, riuscendo anche nell’emergenza a garantire agli alunni un servizio di qualità e a tutti i lavoratori della scuola serenità ed equilibrio. Avevamo sperato che le cure potessero contrastare la malattia, ora non possiamo che stringerci ai familiari e conservare nella quotidianità dell’ impegno scolastico la memoria della sua passione e del suo impegno”.

La professoressa Antonella Scrittore che martedì 20, ha rappresentato tutto l’istituto alle esequie a Pescara, al termine della funzione dalla famiglia commossa ha ricevuto un ringraziamento per la presenza e un ricordo di come “il comprensivo Stoppani fosse come un seconda famiglia”, per Andred che “aveva un affetto infinito per la sua scuola”.

Nel ricordo personale Antonella Scrittore, che è responsabile del plesso don Milani ha aggiunto: “Era una persona gentile, garbata, positiva, sempre piena di affetto, attaccata alla vita. Era cordiale con tutti e sempre amichevole con noi docenti che non ci considerava tali ma semplicemente suoi colleghi. Non c’era distacco tra dirigente e insegnante. Personalmente mi conosceva bene e tra me e lei era nato subito un feeling che ci ha permesso di creare una vera amicizia”.

Roberta Andres, era nata a Catania il 1 luglio 1965 e si era trasferita a 4 anni a Pescara.

In una intervista rilasciata al Cittadino aveva sottolineato che: “Le mie origini hanno formato parte della mia identità. Sono molto attaccata alle origini e ho bisogno di mare, di sole, colori e sapori mediterranei, anche se per motivi personali, da oltre otto anni frequento questa parte della Brianza”.

Era laureata in lettere all’università di Bologna. Aveva iniziato ad insegnare nel 1992, all’istituto Pitagora di Pescara e successivamente una serie di incarichi in provincia di Chieti, riportando sempre in cuore il ricordo dell’istituto alberghiero. Il suo primo incarico l’aveva avuto al liceo classico Pantini di Vasto, dov’è stata docente di latino e italiano. Era entrata in ruolo nel 2008 a Montesilvano, nella scuola media Ignazio Silone a indirizzo musicale. Dal 2009 ha insegnato scrittura creativa alla facoltà di psicologia di Chieti. Era anche una scrittrice. Ha edito tre romanzi: “Le foto di Tiffany”, “Perfetto blue” e “Flora la pazza”, oltre ad una raccolta di racconti “Il sapore del vero”, uscita nel giugno 2019.


© RIPRODUZIONE RISERVATA