Ballottaggi, ribaltone a Muggiò

Al centrosinistra quattro Comuni

Ballottaggi, ribaltone a Muggiò  Al centrosinistra quattro Comuni

Ballottaggi in Brianza: il centrosinistra vince anche a Muggiò con una rimonta al secondo turno di Maria Fiorito, a Giussano, Besana in Brianza e Bovisio Masciago. Al centrodestra Paderno Dugnano e Concorezzo.

Concorezzo e Paderno Dugnano al centrodestra, il resto nelle mani del centrosinistra: è questo il risultato dei ballottaggi di domenica 8 giugno nei Comuni chiamati al rinnovo delle amministrazioni locali.

Besana in Brianza sceglie il centrosinistra di Sergio Cazzaniga con il 5655%, premiando una coalizione formata da Pd e due liste civiche contro l’esponente di centrodestra Alcide Riva che si ferma poco oltre il 43%.

Giuliano Soldà è il nuovo sindaco Pd di Bovisio Masciago con il 56.42, percentuale con cui ha battuto al secondo turno il candidato del centrodestra (Forza Italia, Lega nord, Fratelli d’Italia e lista Apertamente) che ha raccolto il 43,58, Raffaella Damonte.

Copione simile a Giussano, dove a vincere per Partito democratico e lista civica Servire Giussano è Matteo Riva, con il 55.8% delle preferenze, lasciandosi indietro Ettore Trezzi al 44.14% per Forza Italia, Lega nord, due liste civiche e Fratelli d’Italia.

A Muggiò Pietro Zanantoni non arriva al secondo mandato consecutivo e viene sconfitto in netta rimonta da Maria Fiorito, che diventa sindaco per Pd e Insieme per Muggiò con il 53.22 % dei voti, mentre il sindaco uscente,appoggiato da Forza Italia, Lega nord, Nuovo centrodestra, Fratelli d’Italia, Brianza 2009 e Udc si ferma al 46.78 % perdendo 850 preferenze rispetto al primo turno, mentre la neoeletta ne guadagna 400.

A Paderno Dugnano invece è il centrodestra di Marco Alparone a vincere con il 55.10% delle preferenze, sostenuto da Forza Italia, due liste civiche, Ncd, Fratelli d’Italia e Lega, contro Antonella Caniato del Pd e altre liste che si ferma al 44.90%. Concorezzo sceglie la continuità e rielegge Riccardo Borgonovo per Forza Italia, Ncd, Lega e civiche con il 55.96%, mentre Massimo Canclini, candidato di Pd e liste civiche, non va oltre il 44.04%.


© RIPRODUZIONE RISERVATA