Asst Monza, Giovanni Marchetto nuovo direttore della struttura di Cardiochirurgia
Ospedale San Gerardo Monza Giovanni Marchetto nuovo direttore Cardiochirurgia

Asst Monza, Giovanni Marchetto nuovo direttore della struttura di Cardiochirurgia

Giovanni Marchetto, 51 anni, è il nuovo direttore della struttura di Cardiochirurgia dell’Asst Monza, ospedale San Gerardo. In carriera ha effettuato circa 3mila interventi cardiochirurgici comprendenti l’intera patologia dell’adulto.

La struttura complessa di Cardiochirurgia dell’Asst di Monza ha un nuovo direttore. Si tratta di Giovanni Marchetto, nato a Vicenza nel 1970, laureato con lode in medicina a Milano nel 1995 a cui hanno fatto seguito la specializzazione in Cardiochirurgia e Chirurgia Toracica e un dottorato di ricerca in “Scienze Chirurgiche e dei Trapianti”.

Marchetto, nominato, a seguito di concorso, avrà un incarico di cinque anni. Nella sua carriera ha effettuato circa 3mila interventi cardiochirurgici comprendenti l’intera patologia dell’adulto ed è maturata in centri di eccellenza ospedaliero-universitari in Italia e all’estero, caratterizzati da un approccio integrato tra clinica, formazione e ricerca. Tra i centri di maggiore prestigio, il Bristol Heart Institute diretto dal professor Gianni Angelini, il Policlinico San Matteo di Pavia, l’Imperial College di Londra e, dal 2010, l’ospedale Molinette della Città della Salute e della Scienza di Torino, centro “Hub” ad elevata complessità, come allievo del professor Mauro Rinaldi, con cui il dottor Marchetto aveva collaborato nei primi anni 2000 a Pavia sotto la guida del professor Mario Viganò.

Il dottor Marchetto ha contribuito ad iniziare e stabilire a Pavia e Torino, due programmi di cardiochirurgia mini-invasiva aortica e mitralica fra i più importanti della nazione. Il nuovo primario conosce già il contesto monzese dell’ospedale San Gerardo per aver collaborato nelle fasi iniziali della propria formazione con il compianto professor Giovanni Paolini, direttore della Cardiochirurgia della Asst Monza, scomparso a novembre del 2019.

Oltre alla chirurgia mini-invasiva, gli interessi del dottor Marchetto sono in particolare rivolti alle riparazioni valvolari, alla terapia della fibrillazione atriale, alla chirurgia aortica maggiore toracica e toraco-addominale, alla chirurgia dello scompenso e trapianto cuore, con particolare attenzione all’impiego di nuove tecnologie. Sul piano accademico, il nuovo primario ha sempre collaborato alla didattica del corso di Laurea e Scuola di Specialità e la sua produzione scientifica e bibliografica gli ha consentito di ottenere l’Abilitazione Scientifica Nazionale di Professore di seconda fascia.

“Diamo il benvenuto al dott. Marchetto – ha sottolineato Mario Alparone, direttore generale della Asst di Monza – L’ importante e qualificata esperienza chirurgica da lui maturata risulta coerente con il profilo di alta specialità del nostro ospedale. Auguro quindi un buon lavoro al neo primario e ringrazio il dottor Orazio Ferro per aver saputo guidare con equilibrio e senso di responsabilità, da direttore facente funzioni, la struttura di cardiochirurgia”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA