Aspettando la variante della Sp6, dietro il San Gerardo torna la pattumiera a cielo aperto

Aspettando la variante della Sp6, dietro il San Gerardo torna la pattumiera a cielo aperto

Torna l’immondizia nelle vie dietro l’ospedale San Gerardo di Monza. Dopo la pulizia all’inizio dell’anno con l’eliminazione di centinaia di sacchi di plastica, il tratto della Sp6, la tangenzialina Monza-Carate, è tornata una pattumiera a cielo aperto.

Torna l’immondizia nelle vie dietro l’ospedale San Gerardo di Monza. Dopo la pulizia all’inizio dell’anno con l’eliminazione di centinaia di sacchi di plastica, pezzi d’arredo, computer dismessi del vicino noscomio e capi di vestiario il tratto della Sp6, nota anche come tangenzialina Monza-Carate è tornata all’antico e poco invidiabile ruolo che ormai da alcuni anni detiene cioè di pattumiera a cielo aperto.

LEGGI Arrivano le fototrappole, Monza spia di notte chi riempie la città di discariche

L’imponente intervento degli operai è stato così vanificato dalla maleducazione di alcuni che, anche in pieno giorno, abbandono la loro pattumiera a pochi passi dall’ospedale. Un problema che era stato sollevato oltre un anno fa da un residente stanco di ammirare dalla sua finestra, in una delle zone residenziali al confine con Lissone, uno spettacolo per nulla lusinghiero e fastidioso soprattutto d’estate. Dopo costanti lettere in Comune e in Provincia e denunce anche sulla stampa all’inizio del 2015 erano state eseguite le pulizie di primavera. Una situazione che però è durata poco.

Già dopo una settimana dall’intervento erano comparsi i primi sacchetti di immondizia domestica, che rapidamente si sono moltiplicati. E ai quali si sono aggiunti, come già avvenuto anche in passato, materassi e pezzi di arredo ben più ingombranti trasformando la strada in una grande pattumiera.

I residenti chiedono nuovamente un intervento, ma questa volta definitivo, con la rapida apertura di quel tratto di strada così da impedire che le carreggiate vengano utilizzate come portarifiuti.Ma per questo, ovviamente, servirà attendere i tempi del cantiere stradale per la variante alla Sp6 che collegherà via Cadore a Monza alla Valassina.


© RIPRODUZIONE RISERVATA