Arcore: nel progetto della nuova Rsa anche il centro diurno, il comitato va in Comune
Arcore, la raccolta firme contro la Rsa in via Edison (Foto by Valeria Pinoia)

Arcore: nel progetto della nuova Rsa anche il centro diurno, il comitato va in Comune

Il progetto della nuova Rsa di Arcore è pronto: palazzo di 3 piani, 120 posti letto, nucleo Alzheimer. Novità: ospiterà anche il centro diurno oggi nel centro Sant’Apollinare. Il comitato civico continua a essere contrario, ha raccolto firme e il 12 marzo va in Comune per un incontro con gli amministratori.

Sì alla Rsa ma non qua. Lo slogan è del comitato civico di Arcore che sta portando avanti una proposta di delibera di iniziativa popolare. Il gruppo ha già raccolto le firme necessarie. Nel quartiere di via Edison lo scontento è forte sia per il timore di impatti disastrosi su traffico e parcheggi, sia perchè il prato che dovrà ospitare la struttura è molto usato dalle famiglie. Tuttavia è privato, appartiene alla Borgolecco Iniziative che realizzerà la residenza sanitaria assistenziale.

LEGGI Arcore, residenti preoccupati per la nuova casa di riposo: «Non in via Edison» (ottobre 2017)
LEGGI La nuova casa di riposo di Arcore: 120 posti letto, nucleo Alzheimer e mini alloggi protetti (dicembre 2016)

La delibera popolare che vuole annullare il procedimento finirà in Consiglio comunale tra qualche settimana, con ben poche possibilità di fare breccia nella maggioranza. Il comitato verrà ricevuto dalla giunta il 12 marzo. L’amministrazione intanto perfeziona i dettagli del progetto che potrebbe partire nel giro di un anno e concludersi nel giro di due.

Arcore, il terreno che ospiterà la Rsa

Arcore, il terreno che ospiterà la Rsa
(Foto by Valeria Pinoia)

Il disegno prevede uno stabile di 12 metri d’altezza, tre piani fuori terra più uno interrato di parcheggi (58, di cui un terzo destinato al personale). Avrà 120 posti letto, 40 dei quali a nucleo Alzhaimer, provvisto anche di giardino terapeutico. A completare il quadro 12 mini-alloggi per persone autosufficienti, quattro ambulatori ancora da definire e, vera novità, il Centro diurno anziani l’Arca.

Quest’ultimo, nato decenni fa su iniziativa dell’Associazione del volontariato e passato poi al Comune che lo affida in gestione, è ospitato da quasi 20 anni nel centro Sant’Apollinare, di fronte alla futura rsa.

«Il suo trasferimento - spiega l’assessore all’Urbanistica Roberto Mollica Bisci - permetterà di liberare spazi. Potremmo destinarli alle associazioni, ma il ragionamento è ancora da fare».

L’operatore riqualificherà poi il parcheggio di via Edison con illuminazione e videocamere, realizzerà l’ingresso carrabile su quello stesso lato e quello pedonale principale su via Gilera, costruirà collegamenti ciclabili tra le piste circostanti e incrementerà gli stalli del parcheggio interno di via Matteotti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA