Arcore: da un controllo della carta di circolazione gli agenti scoprono che deve scontare un anno e mezzo di carcere
L’ordinanza di custodia è stata eseguita dagli uomini della polizia stradale di Arcore

Arcore: da un controllo della carta di circolazione gli agenti scoprono che deve scontare un anno e mezzo di carcere

La presenza del suo nome su alcuni tagliandi di passaggio di proprietà falsi applicati sulla carta di circolazione di un’auto gli hanno aperto le porte del carcere: è accaduto a un 47enne che deve scontare un anno e mezzo per reati contro la persona.

La presenza del suo nome su alcuni tagliandi di passaggio di proprietà falsi applicati sulla carta di circolazione di un’auto gli hanno aperto le porte del carcere: non è stata ovviamente questa la causa dell’arresto, piuttosto, attraverso le generalità dell’uomo, gli agenti della polizia stradale di Arcore hanno scoperto che doveva scontare un anno e mezzo per reati contro la persona.

Giovedì 31 maggio hanno quindi proceduto nei confronti di M.S., un cittadino italiano di 47anni residente in Brianza alla esecuzione di una ordinanza di carcerazione della  Corte d’Appello di Reggio Calabria. L’uomo era stato appunto convocato presso gli Uffici di quel distaccamento arcorese in quanto le sue generalità risultavano presenti su una carta di circolazione i cui tagliandi attestanti i numerosi passaggi di proprietà del veicolo apparivano ai poliziotti verosimilmente falsi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA