Apre l’Expo del design: la 21esima Triennale vale 138 milioni di indotto in cinque mesi
Una delle sale del museo permanente del design alla Villa reale di Monza (Foto by Fabrizio Radaelli)

Apre l’Expo del design: la 21esima Triennale vale 138 milioni di indotto in cinque mesi

Sono 138 milioni in cinque mesi: questo l’indotto che potrà generare l’Expo del design tra Milano e Monza, le due città coinvolte dalla serie di mostre, eventi e progetti della 21esima Esposizione internazionale della Triennale che apre il 2 aprile.

E dopo l’Expo del cibo apre l’Expo del design. E succede sull’asse Milano-Monza-Brianza, quello in cui il design è diventato un fenomeno mondiale. Venti mostre, eventi, installazioni, dodici sedi inclusa la reggia monzese: la 21esima Esposizione internazionale della Triennale sono cinque mesi di appuntamenti culturali che per la Camera di commercio di Monza e Brianza valgono 138 milioni di euro di indotto per il territorio. E di questi 25 sono per l’area brianzola. Le stime sono state realizzate dall’Ufficio studi della Camera monzese su dati Ciset, Istat, Bie (Bureau International des Expositions) e Triennale di Milano. Più in dettaglio la previsione è di quasi 51 milioni complessivi per gli alberghi o più in generale dgli alloggi, circa 39 milioni per il settore della ristorazione e 28,8 per lo shopping. A queste voci si aggiungono gli oltre 7 milioni per i trasporti e una dozzina di spese legate alle persone. Con un dettaglio in più: l’Expo del design avrà una forte connotazione under 30, che secondo gli studi porteranno tra Milano e Brianza circa 35 milioni del totale. Nella Triennale di Milano da due anni c’è anche la stessa Camera di commercio di Monza, rappresentata dal presidente Carlo Edoardo Valli: «Dopo vent’anni Triennale torna protagonista della cultura italiana e internazionale con la XX1 Esposizione Internazionale della Triennale di Milano – ha dichiarato - L’esposizione prende forma come un evento diffuso che si spinge fino alla Villa Reale di Monza, un luogo simbolico che rappresenta la nascita del design italiano».

LEGGI anche gli incontri del Belvedere

La Camera di commercio di Monza e quella di Milano tirano anche le somme sul settore design in Lombardia: si tratta di quasi 29mila attività. Dove Milano fa la parte del leone con quasi 9mila imprese ed è seguita da Brescia (3.422 imprese), Bergamo (2.947), Varese (2.890) e Monza e Brianza (2.865). Loro e le altre province lombarde occupano 170mila persone e rappresentano «oltre un quarto del fatturato italiano in Lombardia. Milano ha un giro d’affari pari a 13 miliardi, la Lombardia 29 miliardi, oltre un quarto su un totale nazionale di 106 miliardi. Export. Il “made in Italy” del design è molto apprezzato all’estero, l’Italia esporta per un valore di 54 miliardi di euro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA