Annaffiatoi a moneta al cimitero di Sovico: e scatta il trucco per rubare l’euro
SOVICO: CIMITERO (Foto by Elisabetta Pioltelli)

Annaffiatoi a moneta al cimitero di Sovico: e scatta il trucco per rubare l’euro

Annaffiatoi a moneta per scongiurare furti e migliorare il decoro al cimitero di Sovico. Peccato che qualcuno ne approfitti inserendo un gettone di plastica o una moneta delle vecchie lire per prendersi l’euro.

Annaffiatoi a moneta per scongiurare furti e migliorare il decoro al cimitero di Sovico. Peccato che il meccanismo stia registrando un’anomalia spiacevole per molti. Infatti c’è qualche disonesto che introduce un gettone di plastica o una moneta delle vecchie lire per sottrarre l’euro correttamente e precedentemente utilizzato da altri.

In passato, diversi contenitori per l’acqua per i fiori o per le piante delle tombe sparivano. Un problema diventato frequente. Di recente, a seguito di segnalazioni, e per rendere più efficiente, sicuro e ordinato l’utilizzo di annaffiatoi, si è introdotto il sistema da anni attivo per l’utilizzo e la restituzione dei carrelli nei supermercati: vi sono delle rastrelliere e solo inserendo una moneta si libera l’annaffiatoio e, una volta utilizzato, va riposto nel meccanismo e la moneta viene restituita. Contemporaneamente gli attrezzi sono al sicuro.

Questo meccanismo dovrebbe evitare problemi come pure l’abitudine di molti - conoscendo la difficoltà di trovare i secchi - di portarsi da casa una bottiglia di plastica da riempire una volta giunti alle fontanelle. Il sistema permette di mantenere anche in ordine le attrezzature.

Tutto bene? Pare di no, almeno stando agli episodi delle ultime settimane. Alcune persone, infatti, hanno riferito di aver trovato un gettone o una moneta delle vecchie lire al posto dell’euro regolarmente introdotto. Ci sarebbe dunque qualcuno che, anche al cimitero, mette in atto un’azione decisamente deplorevole. Cosa accade è presto detto: c’è chi inserisce un euro e prende l’annaffiatoio, poi lo riporta e ritira il suo euro, regolarmente.

E c’è invece qualcuno che, nei paraggi, non appena avvista una persona che inserisce l’euro, si precipita al sistema inserendo un gettone, per poi prendere un annaffiatoio e subito depositarlo dove era stato inserito l’euro dall’altro. Un “giochetto” triste, ma che si sta registrando con una certa frequenza suscitando comprensibile fastidio da parte delle vittime.

Non solo note negative, comunque, per ciò che riguarda il cimitero di Sovico. Sono pressoché ultimati i lavori di asfaltatura del piazzale antistante e dunque l’intervento di sistemazione dell’area parcheggio è agli sgoccioli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA