Ancora vandalismi a Lissone, colpita la colonia felina: scatta la solidarietà
Lissone colonia felina vandalizzata (Foto by Elisabetta Pioltelli)

Ancora vandalismi a Lissone, colpita la colonia felina: scatta la solidarietà

Colonia felina vandalizzata a Lissone e solidarietà subito in moto per aiutare i volontari. Non è la prima volta e il tutore del luogo dice: “Se dovesse ricapitare chiederò una telecamera”.

Colonia felina vandalizzata a Lissone e solidarietà subito in moto per aiutare i volontari. I fatti risalgono all’inizio della settimana: lunedì 26 aprile ignoti se la sono presa con le casette, rifugio e protezione della ventina di gatti accuditi dai volontari, che fanno parte della colonia presente nella zona periferica della città.

“Non è purtroppo la prima volta che viene presa di mira - spiega Anna, tutore della colonia - già ad inizio aprile solo l’intervento tempestivo di una volontaria l’ha salvata da un incendio: qualcuno aveva pensato bene di disfarsi di alcuni rifiuti incendiandoli e il rogo aveva intaccato la casetta in legno. Questa volta, invece, c’è chi ha pensato bene di distruggere le casette degli “ultimi degli ultimi”, perché questi gatti non hanno nessuno se non i volontari che se ne occupano quotidianamente”.

Il buon cuore di un cittadino ha permesso di rimettere tutto in ordine nel giro di poco tempo, ma Anna fa sapere che se dovesse ricapitare un episodio di vandalismo, richiederà l’installazione di una telecamera.

“Sono in contatto con l’Ufficio comunale dei diritti degli animali di Lissone e l’episodio di inizio settimana è stato denunciato alla Polizia Locale”.

Al negozio Pet Shop di via Isonzo, a Lissone, c’è un cesto dove donare le scatolette per i mici delle colonie di Lissone: chi vuole può dare una mano ai volontari. Le colonie feline, va ricordato, sono tutelate dalla legge italiana. Nessuno può impedire che venga nutrito o curato il gatto, se non vuole correre il rischio di compiere un reato: maltrattamenti ai randagi sono veri e propri reati penali punibili anche con il carcere.


© RIPRODUZIONE RISERVATA