Anche il Palio degli Zoccoli di Desio va su web e social: contest delle bandiere di contrada, scritti e disegni
Palio degli Zoccoli di Desio corteo storico

Anche il Palio degli Zoccoli di Desio va su web e social: contest delle bandiere di contrada, scritti e disegni

Il Palio degli Zoccoli di Desio quest’anno non si disputa, ma il comitato organizzatore non si ferma. E trasferisce tutto sui social: dal contest delle bandiere di contrada, scritti sul tema e disegni.

Il Palio degli Zoccoli di Desio quest’anno non si disputa, ma il comitato organizzatore non si ferma. L’emergenza sanitaria ha portato all’annullamento dell’edizione 2020 della attesa manifestazione che si sarebbe dovuta tenere domenica 7 giugno, ma non ha frenato l’impegno di chi da sempre si spende per la buona riuscita dell’appuntamento, le proposte che accompagnano alla giornata della corsa,i giuramenti, le investiture, gli spettacoli, la sfilata storica, la corsa con gli zoccoli intorno alla basilica.

LEGGI Coronavirus: cancellato anche il Palio degli Zoccoli, 32esima edizione rinviata

DESIO PALIO DEGLI ZOCCOLI

DESIO PALIO DEGLI ZOCCOLI
(Foto by Andrea Barison)

«Sapendo l’intensità e la partecipazione che il nostro Palio è in grado di trasmettere – spiegano gli organizzatori con una nota - vogliamo ricordare anche in questo anno particolare la bellezza dell’evento che ricorda la Battaglia di Desio del 1277 (che segnò la vittoria dei Visconti sui Torriani) e che è in grado di unire le energie di tante persone da oltre trent’anni».

Lo fanno in un modo sicuramente nuovo ed originale. La prima proposta riguarda le bandiere che solitamente in questo periodo danno colore all’intera città.
«Invitiamo i cittadini desiani che possiedono una bandiera della loro contrada ad esporla dalla propria abitazione fino al 7 giugno. Chiediamo di fotografarle e condividere le immagini sui social con l’hashtag #paliodeglizoccoli. Vediamo quale tra le undici contrade (Bassa, Busasca, Dugana, Foppa, Piazza, Prati, San Carlo, San Giorgio, San Giovanni, San Pietro al Dosso, Santi Pietro e Paolo) riceverà più scatti».

Bandiere e foto, ma anche scritti tra le proposte del comitato: «Il nostro secondo invito è a pubblicare un post su Facebook o Instagram, un breve testo nel quale ognuno esprime il proprio pensiero su cosa significa il Palio per lui. Aggiungendo anche un’immagine sempre a tema Palio. Anche in questo caso sarà bello condividere le proprie riflessioni con un diverso hashtag: #paliodeglizoccoli2020».

Pensano anche a riconoscimenti: «La composizione più significativa, decretata dal Gran Maestro, verrà pubblicata sul libretto della XXXII edizione. L’autore sarà nominato ‘ Vincitore Onorario’ del Palio degli Zoccoli 2020».

I post vanno scritti entro il 14 giugno. Non sono dimenticati i piccoli. Il terzo invito è per loro: «Tutti i bambini di età compresa tra i 6 e i 10 anni possono partecipare al concorso ‘Disegna il tuo Palio degli Zoccoli’. La regola è molto semplice: mettendo in rilievo le piccole abilità, ogni bambino dovrà realizzare un disegno che rappresenti il Palio di Desio, la sua storia, la sfilata degli abiti medievali, le dame, i cavalieri, i soldati, i tamburini, la corsa con gli zoccoli ai piedi, Desio in festa con tutte le bandiere delle contrade. Sarà una bella occasione per vedere all’opera la fantasia e la spensieratezza dei bambini e fargli scoprire la rievocazione storica della battaglia di Desio».

I disegni, con nome ed indirizzo dell’autore, vanno inviati via posta elettronica a [email protected] entro il 14 giugno. Il comitato sceglierà il disegno vincente, che sarà pubblicato sulla copertina del libretto della XXXII edizione del Palio degli Zoccoli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA