Al centro vaccini di Verano ci sono le dosi ma non le persone da immunizzare: «Lo chiudiamo fino a martedì»
Il centro vaccinale di Verano vuoto

Al centro vaccini di Verano ci sono le dosi ma non le persone da immunizzare: «Lo chiudiamo fino a martedì»

Incredibile a Verano: il centro vaccini costretto a chiudere fino a martedì non per la mancanza di persone, ma per l’assenza di persone da vaccinare.

Centro vaccinale chiuso fino a martedì per mancanza utenti da vaccinare. Incredibile ma vero quello che sta accadendo a Verano Brianza, per l’esattezza al punto per la somministrazione di vaccini antiCovid aperto al palazzetto dello sport “Emilio Ravasio” di via Dante Alighieri. Si tratta di un centro vaccinale è gestito dal Policlinico di Monza e allestito con la collaborazione del Comune di Verano e con quello di Carate. Con autorizzazione di Ats Brianza. È aperto 7 giorni alla settimana ed è per il momento destinato alla somministrazione a insegnanti e personale scolastico. Una struttura che ha funzionato come un proverbiale orologio svizzero almeno fino a oggi quando a mancare non sono i vaccini ma le persone da vaccinare.

«Ci sono vaccini e una struttura che si è dimostrata ultra efficiente, ma non gli utenti - commenta amaro il vicesindaco Samuele Consonni via social -. Non mi capacito come possa essere così difficile fare una lista e darla ai centri vaccinali. Negli ultimi tre giorni visto l’incapacità di mandare sms di invito, è stato il centro vaccinale a chiamare gli utenti delle liste, ma ora non arrivano nemmeno più le liste».

�� Centro vaccinale chiuso fino a martedi per mancanza utenti da vaccinare. Tra ieri e oggi solo 300 persone circa....

Pubblicato da Samuele Consonni su Sabato 27 marzo 2021


Nessuna chance, almeno per il momento, di attivare le vaccinazioni per gli ultraottantenni presso l’hub vaccinale di Verano Brianza, al centro sportivo. Il sindaco Massimiliano Chiolo ha aggiornato i propri concittadini: «Per quanto riguarda gli ultraottantenni, oggi (venerdì 26 marzo, nda) ho parlato con il direttore generale dell’Ats Brianza, il quale mi ha confermato che preferiscono chiamarli a vaccinarsi presso gli ospedali, per essere più sicuri che non ci siano reazioni avverse o comunque intervenire tempestivamente. Quindi dobbiamo sempre aspettare di essere chiamati con il vecchio sistema del messaggio sms». Nei giorni scorsi Chiolo, oltre a chiedere ad Ats Brianza l’elenco di persone ultraottantenni di Verano non ancora vaccinate, aveva chiesto di poter attivare al centro vaccinale la somministrazione anche di altri vaccini (oltre ad AstraZeneca oggi somministrato) adeguati alla popolazione anziana.


© RIPRODUZIONE RISERVATA