Addio a Franco Sangalli, per oltre 50 anni colonna dell’Avis e riferimento per i donatori all’ospedale San Gerardo di Monza
Monza Brugherio Franco Sangalli Avis - foto Marco Troiano Sindaco su facebook

Addio a Franco Sangalli, per oltre 50 anni colonna dell’Avis e riferimento per i donatori all’ospedale San Gerardo di Monza

È morto Franco Sangalli, brugherese che per mezzo secolo è stato una delle colonne dell’Avis brianzola. Ha promosso la cultura della donazione del sangue e per decenni ha accolto i volontari che entravano all’ospedale San Gerardo di Monza per effettuare le donazioni.

Se ne è andato nella notte tra domenica 3 e lunedì 4 ottobre Franco Sangalli, il “vampiro” dell’ospedale San Gerardo di Monza. Brugherese, per mezzo secolo è stato una delle colonne dell’Avis brianzola: per oltre cinquant’anni ha promosso la cultura della donazione del sangue e per decenni ha accolto i volontari che entravano in ospedale per effettuare le donazioni. Nel tempo il San Gerardo è diventata la sua seconda casa e spesso Sangalli, totalmente dedito alla sua missione, restava a dormire in una stanzetta allestita appositamente per lui. Nel 2007 il Comune di Monza gli ha assegnato il Giovannino d’oro e nel 2016 quello di Brugherio gli ha attribuito la benemerenza civica.

Lunedì il consiglio comunale di Monza lo ha ringraziato con un minuto di silenzio: «Negli anni – ha ricordato il presidente dell’assemblea Filippo Carati – è diventato la memoria storica dell’ospedale, sempre pronto a dividersi tra la sala prelievi e quella operatoria per consegnare le sacche di sangue e di plasma richieste».

Con il suo impegno e l’opera di sensibilizzazione, ha aggiunto, è «riuscito a creare la preziosa riserva di sangue che ha salvato e continua a salvare tante vite».

I funerali si svolgeranno mercoledì alle 14.45 nella chiesa di San Bartolomeo, a Brugherio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA