A Ronco Briantino nuove fognature per 1,7 milioni per dire addio alle esondazioni
Un cantiere per il rinnovo della rete fognaria

A Ronco Briantino nuove fognature per 1,7 milioni per dire addio alle esondazioni

Maxi intervento di BrianzAcque. Interesserà via Battisti,  via Rossetti, via Galilei e via Brigatti e dovrebbe concludersi nel giro di dieci mesi.

Un intervento da 1,7 milioni per risolvere il problema delle esondazioni. È quanto ha in programma BriazAcque per la la parte Est del Comune di Ronco Briantino.

Il progetto prevede la demolizione delle fognature attualmente esistenti e la loro costruzione ex novo con l’obiettivo di potenziare capacità e portata e dare soluzione ai fenomeni di rigurgiti e di allagamenti, che si verificano in concomitanza con eventi meteorici particolarmente intensi. Quatto le strade interessate dai lavori: via Battisti,  via Rossetti, via Galilei e via Brigatti. 

L’intervento sarà finanziato da BrianzAcque, gestore unico del servizio idrico integrato sul territorio, utilizzando i proventi della tariffa del ciclo idrico integrato versata dai cittadini. Secondo il cronoprogramma stilato dal settore Progettazione e Pianificazione della monoutility dell’acqua, le attività per lo smantellamento delle condotte e il loro rifacimento con la posa di nuovi elementi dotati di diametri adeguati  a risolvere l’insufficienza idraulica, si protrarranno per circa 10 mesi.

Sottolinea il presidente e Ad, Enrico Boerci: «Si tratta di un investimento che al beneficio strutturale va a sommare quello ambientale. Ancora una volta, dialogo e sinergia con l’amministrazione comunale, si sono rivelati  fondamentali  per risolvere una criticità idraulica non più rinviabile nel tempo». 

Osserva il sindaco di Ronco Briantino, Kristiina Loukiainen: «Ringraziamo BrianzAcque che, a seguito del confronto con l’amministrazione comunale e di studi approfonditi sulla situazione, ha programmato questa opera di notevole costo e portata, destinata a risolvere le importanti problematiche presenti.»

In corrispondenza di via Battisti,  le operazioni di scavo vedranno la “sorveglianza” di un archeologo così come prescritto dalla Soprintendenza. I lavori, la cui partenza è prevista per la prima settimana di ottobre, inizieranno da via Brigatti con la chiusura della strada e la deviazione del trasporto pubblico locale (sempre garantito l’accesso ai residenti). Tutta l’operazione verrà effettuata nella più stretta collaborazione con il Comune e con la Polizia locale di Ronco Briantino, così da conciliare le necessità operative dei cantieri limitando il più possibile i disagi per i cittadini e per la circolazione viabilistica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA