A Mezzago tre effrazioni nelle scuole per rubare le monetine dai distributori
I danni a una porta di una scuola (Foto Facebook)

A Mezzago tre effrazioni nelle scuole per rubare le monetine dai distributori

È successo tra domenica 25 e lunedì 26 luglio. A darne notizia è stato il primo cittadino Massimiliano Rivabeni con un post pubblicato in piena notte dopo aver effettuato in prima persona i sopralluoghi. «Dove siamo arrivati?» commenta.

Tre effrazioni nelle tre scuole di Mezzago per rubare i soldi all’interno dei distributori automatici. Il sindaco Massimiliano Rivabeni: Ma dove siamo arrivati?

È successo tra domenica 25 e lunedì 26 luglio. A darne notizia è stato proprio il primo cittadino con un post pubblicato in piena notte dopo aver effettuato in prima persona i sopralluoghi nelle tre scuole: «Ore 2.03 Sono appena rientrato e decido di scrivere per rendere noto quel che succede ed invitare ognuno di noi a prestare particolare attenzione e nel caso avvisare le forze dell’ordine - si legge nel post -. Succede che poco dopo la mezzanotte ricevo una delle tante chiamate dall’allarme delle scuole e come sempre facciamo ( io o il vice sindaco o qualche assessore) e sentiti i carabinieri, pur immaginando un falso allarme, vado comunque a vedere.Dall’esterno noto il distributore automatico delle elementari aperto e allora richiedo l’intervento dei carabinieri che prontamente arrivano ed insieme constatiamo che qualcuno ha forzato un ingresso, lasciando un cacciavite per terra, e ha forzato la cassa del distributore automatico».

Vista questa prima brutta sorpresa i sopralluoghi vengono fatte anche nelle altre sue scuole, con i medesimi risultati: «Per scrupolo controlliamo anche le scuole medie e si ripete la stessa scena, ingresso forzato e distributore aperto ! decidiamo allora di controllare anche la scuola materna, ci sono segni di tentativo di scasso freschi ma fortunatamente non sono riusciti ad entrare».

Rivabeni ha chiuso il post sfogando la propria amarezza e rabbia: «Ma dove siamo arrivati ?! danneggiare e scassare infissi per pochi spiccioli che si possono trovare in un distributore, peraltro in periodo estivo di chiusura delle scuole? E non dimentichiamo gli ingenti danni che possono essere causati , come quelli al parquet della materna dell’ultima effrazione! Disgustato vado a dormire».


© RIPRODUZIONE RISERVATA