A Cesano staffetta e scarpette rosse per dire basta alla violenza

A Cesano staffetta e scarpette rosse per dire basta alla violenza

Settimana di mostre e iniziative in occasione della Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Il 25 novembre si celebra la Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne e il Comune di Cesano Maderno si fa promotore, in collaborazione con il comitato “Se non ora quando?”, di una rassegna di testimonianze e momenti di sensibilizzazione, ospitata a Palazzo Arese Borromeo. Tre le mostre proposte a ingresso libero, allestite nelle sale di Palazzo Borromeo. fino a domenica 30 novembre. “150 anni di italiane. Mettere e rimettere al mondo la patria. Il ruolo delle donne dal Risorgimento ai giorni nostri”, in collaborazione con la città di Rivoli, racconta la storia delle donne che hanno partecipato, e tutt’ora partecipano, alla costruzione del nostro paese, mentre la giovane fotografa Maria Malacrinò cattura, nei suoi scatti, i volti della “Donne senza ...” paura.

Diverso lo sguardo con cui l’artista Furio Sandrini, alias Corvo Rosso, indaga questo tema. “Ti amo troppo...” utilizza il linguaggio trasversale della satira per denunciare le violenze subite quotidianamente dalle donne. Il cuore di tutti gli eventi sarà proprio il 25 novembre. Un momento di sensibilizzazione, il “Pink Hour” in Sala della Caccia, durante il quale verranno piantati bulbi, affidati poi alle cure dei partecipanti: un gesto che simbolicamente regala una “nuova vita” alle donne vittime di femminicidio.

Gli organizzatori delle iniziative

Gli organizzatori delle iniziative
(Foto by Gionata Pensieri)

Ma un altro appuntamento forte sarà domenica 23 novembre, a partire dalle 9.00 nel Cortile d’Onore di Palazzo Arese Borromeo: l’installazione figurativa di “Scarpette rosse”, metafora di una marcia silenziosa, ma di protesta per tutte quelle donne assenti, uccise, rapite, vittime di violenze troppo spesso taciute.

Nel corso dei due fine settimana la “Staffetta in rosa”, sabato 22 novembre, in collaborazione con Atletica Cesano Maderno; la recitazione di brani a cura della compagnia teatrale “Il nodo dell’albero” e un “Tea in rosa”, saranno offerti domenica 23 al pomeriggio; la presentazione del libro “Donne del Risorgimento - le eroine invisibili dell’unità d’Italia” venerdì 28 novembre, in presenza dell’autrice Bruna Berto e del sindaco di Rivoli Franco Dessì.Le mostre a Palazzo Arese Borromeo resteranno aperte a ingresso libero dal 20 al 30 novembre, tutti i giorni dalle 10.00 e alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.30.


© RIPRODUZIONE RISERVATA