A Caponago un solo candidato sindaco, quello uscente: «E gli altri?»
Il sindaco uscente di Caponago Monica Buzzini

A Caponago un solo candidato sindaco, quello uscente: «E gli altri?»

Il primo cittadino uscente di Caponago, Monica Buzzini: «Se non andrà a votare il 50% + 1 degli elettori e non avrò il 50% dei voti arriverà il commissario prefettizio»

«- 8 alla presentazione delle liste per le prossime amministrazioni noi ci siamo, ma gli altri?». Si sfoga con queste parole Monica Buzzini in merito alla mancanza di altri avversari nella corsa elettorale. La lista civica “Rinnovamento 2.0”, capitanata dall’attuale primo cittadino, è l’unica ad essere scesa in campo ufficialmente: «Solo rumors, nessun nome, nessun movimento pubblico, politico, nessuna presentazione - prosegue la nota della Buzzini -. Sono fra lo stupito e il frastornato. La democrazia è fatta di confronto, di discussione, di proposte, di critiche. Mi farebbe molto piacere confrontarmi con un’ idea di paese oltre la nostra, di chi ha a cuore tutte le questioni, comprese quelle che non sono piaciute dei miei 5 anni da sindaco, confrontarmi con una proposta, con una loro visione a favore delle cittadine e i cittadini di Caponago. Attendiamo ancora questi pochi giorni ma, ribadisco, il confronto democratico è alla base del vivere civile. Certo potrei non essere io la scelta alla fine, e mi dispiacerebbe molto per tutte le questioni ancora aperte e da finire, ma non avere competitor è molto triste, perdonate la franchezza». La mancanza di una seconda lista preoccupa il sindaco anche da altri punti di vista: «E se non si presenta nessun altro oltre a me? - si chiude la nota -. Abbiamo il rischio del commissariamento. Se non andrà a votare il 50% + 1 degli elettori e non avrò il 50% dei voti arriverà il commissario prefettizio che gestirà senza una Giunta, senza un Consiglio Comunale in modo tecnico e senza conoscere Caponago. Ma questo lo spiegherò meglio dovessi essere la sola a correre...e spero proprio di no». M. Tes.


© RIPRODUZIONE RISERVATA